Schilthorn, anticima NE 2760 m traversata Engiloch-Egga

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BSA   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Est
quota partenza (m): 1769
quota vetta/quota massima (m): 2760
dislivello totale (m): 995

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: matte978
ultima revisione: 30/03/15

località partenza: Engiloch (Simplon , Brig )

punti appoggio: nessuno

cartografia: Foglio Simplon carta svizzera 1:25.000

accesso:
Dall'Italia oltre il confine con la Svizzera proseguire un chilometro dopo Engiloch (parcheggio sulla sinistra).

note tecniche:
Traversata che non pone particolari problemi fino all'attacco della parete NW dello Schilthorn, salvo verificare le condizioni del manto nevoso per l'accesso a Wysse Bode (valanghe dal Wyssebodenhorn) e il successivo canalino (cascata).
Il tratto finale che conduce all'anticima va invece affrontato con picca e ramponi valutando con attenzione le cornici soprastanti.
La discesa avviene inizialmente per pendii un po' ripidi, da affrontare preferibilmente con neve trasformata.
E' possibile, una volta giunti alla base della parete, decidere di non salire: in tal caso con attento traverso si raggiunge la selletta (2610 ca.) ai piedi della tonda cima del Wyssebodenhorn (2623) da dove si può discendere in traversata verso Egga.

descrizione itinerario:
Dal parcheggio poco a monte di Engiloch (1769) si segue l'itinerario classico per il Boshorn fino ai laghi di Silwortersee (2410 ca.) dove, si piega decisamente a ovest (sx) e superando due dossi si arriva alla base dello scivolo nord ovest dello Schilthorn. Da qui (2600 ca.), individuata l'anticima NE dello Schilthorn (2760), si sale fin dove è possibile con gli sci, poi a piedi (piccozza e ramponi) per pendio via via più ripido: seguendo al meglio tratti di neve (max 50°) e qualche passaggio di misto su roccia si raggiunge la cresta pochi metri a dx della cima.
Per la discesa si consiglia di calare brevemente a dx fino ad una selletta (2755m) da dove si comincia la discesa sugli aperti ed assolati pendii che, alterando tratti più ripidi a conche conducono a Rossbodestafel (1930m) e poi, scesi sul corso del Senggibach, a Egga (1580m)