Argient (Piz) Per il giro delle Belleviste

difficoltà: PD   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Tutte
quota partenza (m): 2813
quota vetta (m): 3945
dislivello complessivo (m): 1132

copertura rete mobile
tim : 20% di copertura

contributors: beppevalpaniscia
ultima revisione: 05/08/14

località partenza: Rif. Marinelli (Lanzada , SO )

punti appoggio: Rif. Marinelli

cartografia: CNS foglio 1277 - Piz Bernina - in scala 1:25000

accesso:
La località Campo Moro m. 1990 è raggiungibile voltando sinistra dalla SS 38 all'ingresso di Sondrio e percorrendo la carrozzabile della Val Malenco seguendo le indicazioni per Lanzada e Franscia. Oltre questa località la strada è più stretta ma sempre agevole (Milano-Sondrio 130 km; Sondrio-Franscia 24 km; Franscia-Campo Moro 9 km).
Dal piazzale parcheggio all'altezza dello sbarramento della diga si percorre il muraglione per poi scendere, tramite una stradina sterrata, ad uno slargo sottostante. Traversato il piccolo pianoro, si trova un sentiero che sale verso sinistra (cartello indicatore per i rifugi Carate-Brianza e Marinelli-Bombardieri.

note tecniche:
Itinerario in quota elevata, Numerosi pericoli oggettivi (seracchi incombenti sull'itinerario e alcuni crepacci che spesso obbligano ad aggiramenti.
Buon allenamento indispensabile, difficolta di trovare l'itinerario in mancanza di tracce. Necessaria una buona visibilità.

descrizione itinerario:
Dal Rifugio Marinelli-Bombardieri si segue il sentiero che verso NE conduce sul ghiacciaio. In breve si è al Passo Marinelli Orientale (q. 3094 m). Da qui si risale verso NE tutto il Ghiacciaio di Fellaria W, rimanendo a dovuta distanza dai contrafforti meridionali dei Pizzi Argent e Zupò.
Da ultimo un pendio conduce all´ampia sella del Passo di Sasso Rosso (q. 3510 m). In caso di necessità, 300 m a S, sulle rocce, è posto il Bivacco Pansera (q. 3546 m).
Dalla sella si volge verso N e traversando l´intero Altipiano di Fellaria (che è parte integrante del Ghiacciaio di Fellaria E), si sale in direzione della Forcola Bellavista (q. 3693. Si prosegue a sx per le dolci terrazze delle Belleviste fino all'ampio vallone che sale a sx tra i contrafforti del Piz Zupò e la Crest'Aguzza, si sale al centro al pendio fino alla sella tra lo Zupò e l'Argient. Salire l'affilata cresta sulla dx e si arriva brevemente in vetta.
Si può scendere anche dalla verticale della vetta facendo attenzione alla terminale, riprendendo le traccie di salita fino a raggiungere la traccia che scende aggirando enormi crepacci e piega a sx verso l'evidente sella dove sorge il rif. Marco e Rosa.
La discesa dal rifugio si pùò effettuare lungo le catene che partono sotto il vecchio Marco e Rosa oppure se ci sono le condizioni, dal Canale Crest'Aguzza, prestando molta attenzione ai vari crepacci trasversali della parte bassa.
Ora non resta che seguire a sx l'evidente traccia che va verso il Passo Marinelli occidentale e scendere a dx all'omonimo rifugio.