Scudo di Galad Fessura del pipistrello

difficoltà: 6b / 6b obbl
esposizione arrampicata: Ovest
quota base arrampicata (m): 1750
sviluppo arrampicata (m): 35
dislivello avvicinamento (m): 490

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: block65
ultima revisione: 21/06/14

località partenza: Forno Alpi Graie (Groscavallo , TO )

punti appoggio: Albergo Savoia - Forno Alpi Graie

cartografia: Alte Valli di Lanzo - Escursionista editore

bibliografia: Tra il Classico e il Moderno, M.Blatto, M.Rosa, A. Bosticco

accesso:
Da Forno seguire le indicazioni per il Colle della Piccola (segnavia 318), superare il pianoro alluvionale del Gaby sulla sinistra idrografica e risalire fino alla parete della California (ore 0,50). Continuare ancora per sentiero segnalato fino al Gias Colombin 1673 m, quindi ancora pochi metri lungo il sentiero, abbandonandolo in direzione della "Parete delle sorprese". Raggiungerne la base e continuare a destra per pietraia - prati fino alla base di un'altra struttura isolata, detta appunto "Scudo di Galad". L'attacco della via e nel grottino - diedro della paretina ovest, dove sale la fessura caratterizzata a metà da un tetto evidente.

note tecniche:
Scalata in fessura, prevalentemente in opposizione

descrizione itinerario:
Salire per rocce rotte e affrontare la fessura in ipposizione e incastro, fino al tetto che la sbarra. Uscire a destra con faticosa dulfer 6b e poi verticalmente fino a quando abbatte. Sostare su friend in un diedrino aperto. Continuare per roccette rbose fino al terrazino spiovente sommitale, dove si reperisce la S2 di Callostory (doppia)

Materiale friend fino al 4 bd con 2 e 3 doppi