Piz Boè - 3152 Via Ferrata del Vallon

L'itinerario

difficoltà: F
esposizione prevalente: Nord-Est
quota base ferrata (m): 2650
sviluppo ferrata (m): 150
dislivello avvicinamento (m): 110

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: matte978
ultima revisione: 18/08/13

località partenza: Corvara (Corvara In Badia , BZ )

punti appoggio: Rifugio Franz Kostner al Vallon (2550) - Capanna Fassa al Piz Boè (3152)

cartografia: Tabacco 1:25000 foglio n. 5

accesso:
Da Corvara si prende la Funivia Boè e poi la Seggiovia Vallon che portano a q. 2540m ca., poco distanti dal Rif. Franz Kostner.
Da qui si seguono le indicazioni per Roda de Valun / Piz da Lech ((via ferrata). Dopo poco si lascia alla ns dx un primo bivio per la vetta del Piz da Lech e uno successivo per la Ferrata del Piz da Lech e si prosegue con alcuni saliscendi addentrandosi nel circo roccioso del Vallon. Seguendo i bolli rossi e le indicazioni poste su un grosso masso si raggiunge, con un'ultima impennata, l'attacco della Ferrata a q. 2650 ca.

note tecniche:
Facile e breve ferrata che non presenta difficoltà. Adatta ai principianti.
La naturale e panoramicissima prosecuzione dell'it. conduce al Piz Boè (3152) attraversando due successive cime: il Piz da Lech Dlacè (3009) e la Cresta Strenta (3120 ca.) dove sono presenti brevi tratti di cavo e qualche passo di elementare arrampicata (I gr.).
A causa della presenza della cascata la ferrata in alcuni punti bagnata, si sconsiglia perciò di affrontarla oltre che dopo lunghi periodi di pioggia, ai primi freddi in quanto si forma spesso verglass.

descrizione itinerario:
La ferrata sale verso destra alternando piccole cenge a brevi canalini e conduce su facile terreno di gradoni. Il cavo prosegue brevemente verso sx e poi nuovamente a dx: con alcuni brevi tratti di facile arrampicata si raggiunge il ponticello sospeso sulla cascata. Superatolo si arriva al tratto più impegnativo: una paretina verticale ben appigliata. Si attacca direttamente con un passo più impegnativo poi verso sx per qualche metro fino ad un poco marcato spigolo al margine della cascata. Da qui una rampa verso dx conduce all'uscita presso una conca nivale soprastante (laghetto). Da qui seguendo i bolli rossi e gli ometti ci si congiunge con l'it. proveniente dal Sentiero Lichtenfels e si sale al Piz da Lech Dlace (3009) (sent. 672) con qualche tratto di cavo metallico. Si scende brevemente ad una forcella (bivio per il Rif. Boè per il Ludwig weg) e si sale sulla Cresta Strenta: con l'ausilio del cavo e con elementari passi di arrampicata (F, I gr.) si percorre la cresta in alcuni punti un po' esposta fino alla Forcella dei Ciamorces (3110) prima dell'ultimo tratto che conduce sul Piz Boè (3152).
Discesa lungo l'it. 638