Peitagù (Testa di) da Aisone, anello

sentiero tipo,n°,segnavia: salita P64
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 834
quota vetta/quota massima (m): 1815
dislivello salita totale (m): 1000

copertura rete mobile
tim : 80% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: rolly52
ultima revisione: 04/05/13

località partenza: Aisone (Aisone , CN )

punti appoggio: Aisone-Ristoranti e bar

accesso:
Cuneo-strada statale per il colle della Maddalena-Demonte-Aisone

note tecniche:
Facile e ripido anello in ambiente molto vario, alternante boschi di pino e faggio e ripide pareti di roccia (nel tratto di discesa). La cima presenta un'ampia dorsale erbosa che degrada verso la Cima Corso del Cavallo. Ottimi sentieri(generalmente ripidi) e belle segnalazioni con tacche bianco rosse di prevalenza sui tronchi degli alberi. Si trova acqua nel tratto mediano in salita e in discesa.

descrizione itinerario:
Lasciata l'auto sulla piazza di Aisone, si attraversa il paese fino in fondo. Dopo l'ultimo semaforo una palina (p 64) indica la direzione di salita. All'inizio il sentiero è assai ripido, dopo circa trenta minuti si raggiungono i ruderi della borgata Ciancamentes. Da qui portarsi sotto una ripida bastionata che si supera in un canale che porta ad un bel balcone panoramico, si sale per un ripido bosco fino alla grangia di Casalot. Si attraversa una splendida faggeta che dopo un ampio giro conduce su una cresta (a destra bivio per Demonte) che con percorso dapprima molto comodo e in seguito assai ripido conduce sulla Testa di Peitagù, che non è altro che una spalla erbosa del crinale principale.
Discesa: seguire l'ampio crinale erboso fino a una palina (cassetta con libro dei visitatori).
Da qui piegare a sinistra e scendere assai ripidamente su pendii erbosi e boscosi fino ai ruderi di Grangette 1457 m. Il sentiero diventa spettacolare e scende una ripida bastionata rocciosa con tratti anche esposti( attenzione se bagnato) fino al fondo del salto, dove la pendenza si attenua. Arrivati a un bivio piegare a sinistra , raggiungendo in breve le case Piron e, lungo la stradina carrozzabile, Aisone, chiudendo l'anello.


Itinerari nei dintorni (Anche altre attività)

Peitagù (Testa di) da Aisone, anello - (0 km)
Vinadio (Monte di) da Aisone per Testa di Peitagù e Monte Corso del Cavallo - (0.2 km)
Ciapus (Rocca del) per il vallone della Valletta - (0.3 km)
Corso del Cavallo (Monte), Testa di Peitagù da Aisone - (0.3 km)
Valletta Soprano (Lago della) da Aisone - (0.3 km)
Rimà (Testa) da Aisone, anello per il Gias Vei, Costa Palla, Cima Trent, Punta Crosa - (0.3 km)
Savi (Monte) da Aisone, traversata a Sambuco per Monte Corso del Cavallo - (0.3 km)
Chiavardine (Punta) da Aisone, traversata a Demonte per La Testa di Peitagù - (0.8 km)
Grum (Monte) Giro Testata della Comba di San Giacomo - (2.9 km)
Grum (Monte) e Grumet da Trinità - (3.1 km)
Gias Vei (Monte) o Alivè da Sella Pinet per il Vallone di Valletta - (3.1 km)
Sapea (Monte) da San Maurizio - (3.2 km)
Prapian (Monte) da San Maurizio - (3.2 km)
Autes (Monte) e Varirosa (Cima) da Neraissa - (3.5 km)
Neghino (Forte) da Vinadio - (3.5 km)
Aighiera (Monte) da Vinadio per il Forte Nenghino - (3.8 km)
Ciarnièr (Punta) dal Vallone di Rio Freddo - (3.8 km)
Negra (Rocca) da San Bernolfo per il Passo di Barbacana - (3.8 km)
Rimà (Testa) dalla diga di Riofreddo - (3.8 km)
Rostagno (Passo di) da Besmorello - (3.8 km)
Corso del Cavallo (Monte) da Podio Inferiore, anello valloni Rio Grossinieres - Rio Borbone - (4 km)
Grum (Monte) da San Giacomo - (4.1 km)
Gorfi (Monte) da San Giacomo e la cresta Est - (4.1 km)
Borel (Monte) da San Giacomo - (4.1 km)
Bram (Monte) da San Giacomo - (4.1 km)