Cudrai (Picco di) da Ceresetta

difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 770
quota vetta/quota massima (m): 1540
dislivello salita totale (m): 1000

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura
altri : 20% di copertura

contributors: francoc59
ultima revisione: 12/01/13

località partenza: Ceresetta (Ribordone , TO )

cartografia: MU ed 05 carta della val soana

note tecniche:
Il Picco di Cudrai posto tra la Cima Piriè e il Saler malgrado la boscaglia che lo contorna è un ottimo punto panoramico,x salirlo senza ravanare piu’ di tanto occorre un po’ di conoscenza delle impervie gole che scendono su Rongorbogno-Verlucca e Ceresa.
Dal picco si sale x cresta facilmente alla cima Saler e volendo si torna a Ceresa x l’itinerario –Cima Saler da Ceresetta- descritto dall’amico Blin1950 naturalmente aumentando il dislivello da fare.
Riguardo alla quota 1540m riportata sulla carta MU potrebbe essere abbondante dato che i nostri GPS hanno riscontrato sul Picco la quota 1522m,quota che trova riscontro sulla CTR Piemonte con un 1521,8.

descrizione itinerario:
Lasciata l’auto nel piccolo piazzale acquitrinoso subito a destra del ponte sul Rio di Vasario, si percorre pochi metri di asfalto e subito inizia la mulattiera, segnalata con tacche bianco-rosse, che in una ventina di minuti, giunge alla borgata Ceresa, si segue a sx la strada asfaltata e in una decina di minuti si raggiungono le prime casa del borgo della Verlucca 980m.
Dietro alle prime case del borgo sulla dx un pilone votivo indica la partenza della mulattiera che in poco tempo raggiunge le baite di Chichee 1025m.
Si abbandona il sentiero che in piano va ad attraversare il Rio Verlucca x salire alla Bocchetta di Branciai ma si sale dietro alle baite una traccia di sentiero con bolli rossi (appena a dx della casa + alta ) (zona di caccia) che porta velocemente ad alzarsi fino ai 1260 circa, da qui inizia un traverso su buona traccia ma pendii ripidissimi che passando tra i ruderi di Costavial 1281m e Rui 1290m (a questa baita non seguire la traccia che scende sotto la baita) arriva ad attraversare il rio Verlucca, risalendo sull’opposta sponda una traccia di sentiero un po’ piu’ sporco arriva ad una baita chiamata Trempia d’la Verlocca 1475m. (verso i 1380 metri il sentiero tende a perdersi - occorre portasi un po' a sx superando una specie di cresta dove si ritrova - ancora per poco il sentiero)
Si sale ancora un poco dietro all’Alpe poi si effettua un semicerchio a sx su terreno un po’ ravanoso che porta a passare il primo alpeggio di Montenero 1483 poi il secondo 1510m,da qui una traccia con un traverso in una bella faggeta porta ad arrivare alla bocchetta di Cudrai,appena sotto alla bocchetta si trova il rudere dell’alpe Cudrai 1497m.
Dalla bocchetta passando sopra all’Alpe una lieve traccia porta all’insellatura sotto al Picco di Cudrai 1540m. da qui si raggiunge la cima con una breve e facile arrampicata.