Jazzi (Cima) Couloir Est

difficoltà: D+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Est
quota partenza (m): 1920
quota vetta (m): 3100
dislivello complessivo (m): 1200

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: pagnogio
ultima revisione: 04/01/13

note tecniche:
Bella cascata in quota ben visibile da Pecetto. Si tratta della prima parte del couloir est aperto da Pè-Cavallini nell'89 che hanno raggiunto la vetta dopo aver percorso tutto il canale e poi l'ultima parte del crestone SE.
Per completare la salita bisogna avere condizioni di neve molto portante e partenza antelucana oltre che materiale (ciaspole?) per tornare a Macugnaga attraverso il passo Jacchini (molto lunga).
Lasciando gli sci invece nel canale di accesso e scalando la cascata si effettua una stupenda salita in quota in un posto selvaggio ed in abbinamento ad un non banale e remunerativo avvicinamento con gli sci.
Da fare (curandola) soltanto in pochi giorni dell'inverno: con ghiaccio e con neve sicura, pendii molto ripidi sia per l'accesso che per il canale sotto e ... sopra.
Attenzione alle scariche in giornate particolarmente (relativamente) calde.

descrizione itinerario:
Dall'arrivo della seggiovia del Belvedere attraversare il ghiacciaio come per il Bivacco Belloni e poi ancora verso lo stesso.
Dopo dieci minuti di cammino piegare tutto a destra raggiungendo la radice del crestone SE che si segue fedelmente nel suo lato est fino al conoide in questione. Lasciare gli sci dove si desidera e risalire a piedi fino alla base della cascata.
Effettuare due tiri da 50 metri e scendere su Abalakov.
Le difficoltà su ghiaccio variano in funzioni delle condizioni comunque non oltre il 4.