Plù (Monte) - Pilier della Riscossa Filosofia della tastiera

difficoltà: 6b / 6b obbl
esposizione arrampicata: Sud-Est
quota base arrampicata (m): 1700
sviluppo arrampicata (m): 80
dislivello avvicinamento (m): 600

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: block65
ultima revisione: 18/11/12

località partenza: Pian del Tetto (Ceres , TO )

cartografia: Valli di Lanzo - Fraternali editori

accesso:
Dalla frazione Pian del Tetto seguire il segnavia n° 239, che in alto taglia il versante meridionale del M. Plù dirigendosi verso Monaviel. Una volta attraversata l'incisione del Rio Courbassera, risalire il fianco sinistro idrografico del valloncello su erba secca e pietrisco insidioso. Salire tra blocchi rocciosi fino a una forcella tra due corpi rocciosi e poi, dopo qualce decina di metri in discesa, rimontare al meglio lo zoccolo di erba ripida e placche che conduce alla base del "Pilier della riscossa". In prossimità di una caratteristica e sottile lama staccata, attacca l'itinerario (ore 1'50 da Pian del Tetto; ometto alla base)

note tecniche:
materiale: martello, nut medio piccoli, friend fino al 4 bd.

descrizione itinerario:
Dieci metri a sinistra della via esistente (ometto e chiodo visibile) salire un canaletto erboso roccioso per dieci metri sostando su un blocco con fettuccia. Attaccare la fessura larga e sinuosa che si stringe progressivamente superando una breve pancia 6b, e uscire su un terrazzino dove si sosta su dadi piccoli. Ripartire per placca poco proteggibile 5b quindi piegare a destra verso un diedro con alcuni ciuffi erbosi all'inizio. Salire il diedro in spaccata e superare un tettino che lo chiude a sinistra 6b, proteggendosi con dadi molto piccoli in alcune crepe del suo fil di spigolo.
Sostare quindi a sinistra su un terrazzino erboso (1 chiodo lasciato). Ripartire su un breve muretto con crepe superficiali 6a o A0 nel caso non si arrivi all'appiglio un pò alto, poi per placche abbattute fino alla piattaforma sommitale.

discesa:
Dalla vicina via del "Pilier della riscossa" con due doppie di 50 metri dalla S4 e dalla S2 (attenzione alle pietre quando si recupera la prima doppia)