Moiazza (Cima) da Località Chiesa

sentiero tipo,n°,segnavia: nr 559 - 558 (sentiero - ferrata - tratti attrezzati e esposti)
difficoltà: EEA   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1250
quota vetta/quota massima (m): 2870

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: lancillotto
ultima revisione: 27/08/12

località partenza: Strada Passo Duràn (Zoldo Alto , BL )

punti appoggio: Biv. Grisetti - biv. Ghedini

cartografia: Carta Tabacco 015 - Marmolada - Civetta - Moiazza

note tecniche:
Giro effettuato in 2 gg con pernottamento al biv. Ghedini. Dislivello complessivo oltre i 2000 metri. Escursione lunghissima soprattutto il 1° giorno, impegnativa, tratti di ferrata si alternano a tratti delicati. Necessaria resistenza, sicurezza di piede, no vertigini. Ottimi i 2 bivacchi, il Ghedini ha 4 posti + 1 sul pavimento. Acqua lungo il percorso.

descrizione itinerario:
Partenza dalla strada del Passo Duran, dopo Chiesa (q. 1250 m). Sent. 559,sorgenti lungo il percorso, bello. Circa ore 2 al bel bivacco Grisetti. Da qui per sent. Angelini alla Forcella Inferiore, circa mt 2300, (canalino). Discesa nel Vant della Moiazzetta, qualche tratto con ghiaino delicato, attenzione se bagnato. Risalita a Forclla delle Sasse mt 2476. Lunga discesa fino a quota 1700 circa, quasi alla base della Torre Trieste. Risalita del Vant delle Nevère (tratti attrezzati) fino al biv. Ghedini mt 2601, pernottamento.
Secondo giorno: salita x la Cengia Angelini (esposta, in parte attrezzata, facile), salita alla Cima Moiazza Sud (un passaggio faticoso), discesa verso la cresta delle Masenade fino all'omonima forcella (ferrata). Discesa per detriti fino ai prati, ripasso al biv. Grisetti e per il sentiero di salita alla strada.