Prarayer (Rifugio) e Diga di Place Moulin da Aosta per la Valpelline

difficoltà: MC / MC+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 583
quota vetta/quota massima (m): 2005
dislivello salita totale (m): 1700
lunghezza (km): 40

copertura rete mobile
vodafone : 80% di copertura
tim : 80% di copertura

contributors: Andrea81
ultima revisione: 29/05/12

località partenza: Aosta (Aosta , AO )

note tecniche:
Itinerario più adatto alla bici da corsa per la gran parte di asfalto fino a Place Moulin, ma grazie alla mountain bike si può raggiungere il Rifugio Prarayer percorrendo i 6 km sterrati lungo la diga. Tecnicamente è irrilevante come percorso, ma offre panorami notevoli oltre che un buon allenamento. Per abbreviare lo sviluppo e dislivello è possibile partire da Valpelline, da Oyace o Bionaz a seconda dei propri gusti.
Sconsigliabile dopo abbondanti piogge o nevicate (se la strada è pulita) in quanto gli ultimi km transitano sotto ripide pareti che potrebbero scaricare pietrame.

descrizione itinerario:
Da Aosta si può percorrere la ss27 del Gran San Bernardo fino a Gignod e quindi proseguire per Valpelline, oppure si può raggiungere Saint Christophe e seguendo indicazioni per Valpelline, si sale dolcemente per una strada secondaria e poco trafficata, fino a ricollegarsi a quella proveniente da Gignod anche se occorre perdere 100 m di dislivello.
Un lungo rettilineo dalla poca pendenza porta a Valpelline, dove inizia la vera salita con le prime rampe più impegnative attorno al 10% anche se poi la pendenza si attesta abbastanza stabilmente al 7-8%. Si intervallano tratti facili ad altri di salita media raggiungendo Oyace, altre rampe più impegnative, e poi si perviene a Bionaz, ultimo paese; non si entra nel borgo ma si prosegue a sinistra in salita, incuneandosi ben presto nell’alta vallata transitando sotto a ripide pareti rocciose (attrezzate con reti metalliche). Superati gli ultimi strappi e passata una galleria, si arriva alla diga di Place Moulin dove termina l’asfalto.
Si prosegue lungo la sterrata molto facile ma ricca di saliscendi (dolci) che costeggia dall’alto tutta la diga nella sua lunghezza, fino al suo termine nei pressi di Prarayer, con l’omonimo rifugio.