Bagnà (Punta) o Cime du Grand Vallon Anello da Valfrejus

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota vetta/quota massima (m): 3129
dislivello totale (m): 1000

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: walkerwolf
ultima revisione: 25/03/12

località partenza: Stazione di Valfrejus (Modane , 73 )

cartografia: 3535Ot Nevache Mont Thabor

bibliografia: Dal Moncenisio all'Isere di L. Barbiè - Blu Ediz.

note tecniche:
Si tratta di un percorso ad anello effettuato utilizzando gli impianti di Val Frejus. In tal modo si consente l'accesso alla vasta conca del Gran Vallon, difficilmente raggiungibile dal basso. L'it. si compone di 3 salite e di 3 discese per un totale di 1000 di salita ed oltre 2000 di discesa. Nonostante l'utilizzo degli impianti ci si trova presto in un'area montana scarsamente visitata e dal potenziale scialpinistico notevole. Nonostante il dislivello contenuto si tratta di una gita d'alta montagna paragonabile alla tappa di un raid. Per la discesa finale di 1400 m di dsl si utilizza l'it.54 dalla Belle Plinier del libro succitato.

descrizione itinerario:
La breve descrizione è frutto dell'it. che ho seguito con i compagni di gita ed è passibile di diverse varianti. Si prende la cabinovia dell'Arrondaz e la seggiovia successiva sino a 2738 m. Si scende in pista perdendo 50 m di dsl fin sotto l'evidente pendio che porta al colletto a 2850 a N della Punta Frejus. Si scende da questo colle, porta d'accesso alle vaste combe del Grand Vallon e si scende fino a 2550 m verso NE fino ad una vasta conca. Si ripella e si salgono i magnifici dossi in direzione SE fino ad arrivare sci ai piedi sulla cima del Gran Vallon 3129 m. Si scendono i pendii a N fin sotto il Col des Sables portandosi verso l'evidente dorsale O che conduce alla Tete Noire. Si salgono i pendii ripidi nei pressi di detta dorsale fino alla suddetta cima a 3006 m. Dalla cima ci si ricongiunge in breve all'it. della Belle Plinier, tornando a Valfrejus.