Wiss Stockli 2406 m Mansalu

L'itinerario

difficoltà: 6b / 6a obbl
esposizione arrampicata: Nord
quota base arrampicata (m): 2000
sviluppo arrampicata (m): 400
dislivello avvicinamento (m): 600

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: quelo64
ultima revisione: 04/09/11

località partenza: Brunni (Unterschächen , Uri )

note tecniche:
Dal fondo della Brunnital, la valle che da Unterschaechen si stacca dalla Schaechental verso sud, si fatica a distiguere il Wiss Stockli perchè schiacciato contro il colossi retrostanti, le cui pareti superano i mille metri di sviluppo. Eppure questa cima minore vanta tre pareti (Nord, Est e Sud) di tutto rispetto, su cui corrono numerosi itinerari di varia natura e di grande interesse. Mansalu, aperta da S. Von Rots e A. Arnold nel 2000, ricorda nel nome (scherzosamente) l'inconveniente occorso al primo salitore nella preparazione di una spedizione al Manaslu. L'editore incaricato di stampare i poster destinati alla raccolta di fondi sbagliò il nome della vetta himalayana, e l'errore fu scoperto solo a poster stampati e venduti.
Si tratta di un'arrampicata molto attraente, abbordabile, su roccia (quasi) perfetta, consigliabile specialmente nelle giornate di grande caldo in quanto la parete non prende praticamente mai il sole. Attrezzatura a fix e qualche chiodo normale, tutte le soste con due fix e maillon di calata.

descrizione itinerario:
Accesso: da Unterschaechen si risale per strada asfaltata tutta la Brunnital fino alla frazione Brunni, 1395 m, dove si parcheggia. La strada è a pagamento (20 CHF), il biglietto è acquistabile all'Hoetl Alpina di Unterschaechen. Da Brunni si segue un comodo sentiero segnato in sinistra idrografica (al primo bivio tenere la sinistra, indicazioni per la Griesstal). Il sentiero porta dopo circa 30-40 minuti in un avvallamento ingombro di grossi massi. In corrispondenza di una pietra dipinta di verde con la scritta Griesstal Schildkroete: tartaruga della Griesstal si prende a sinistra e si sale un ghiaione (ometti) che termina sotto lo zoccolo (foto). Si risale lo zoccolo dapprima per cengia a sinistra (corda fissa), quindi si torna decisamente a destra (ometti), si supera un risalto con una seconda corda fissa. Ancora a destra per evitare una zona ripida, sopra la quale si ritorna a sinistra verso le cenge d'attacco. La prima via che si incontra è la "Brunni Nord", lungo una evidente linea di fessure. Mansalu attacca circa 50 metri a sinistra (fix con cordone blu, altro fix a 2 metri da terra sotto uno strapiombino). Ore 1.30 da Brunni.

La via:
L1, 35 m, 6a, 5 fix e 1 chiodo: strapiombino, poi a destra muretto e ritorno a sinistra nel diedro lisciato.
L2, 30 m, 6b, 8 fix: a sinistra per prendere una linea di fessure sul pilastro. Passo chiave in traverso su placca praticamente obbligato.
L3, 30 m, 6a+, 8 fix: dritti per il pilastro di bella roccia compatta a buchi.
L4, 30 m, 6a+, 5 fix: passo su placca in partenza poi pilastro più facile.
L5, 50 m, 6a, 5 fix: diedro non difficile in partenza, poi placca a rigole d'uscita.
L6, 50 m, 5b/c, 4 chiodi e 4 fix: per un diedro-fessura articolato, andando a sostare su terrazze con detrito.
L7, 50 m, 6a, 6 fix: inizio su gradoni con detrito, poi bel pilastro compatto. Sosta su comodo ballatoio molto panoramico.
L8, 50 m, 6a+/6b, 7 fix: per le belle placche soprastanti dapprima leggermente verso destra, poi tornando a sinistra.
L9, 50 m, 6a+, 10 fix: sopra la sosta con un passo a sinistra si guadagna una rampa obliqua a destra, per la quale si torna sullo spigolo del pilastro e lo si segue fino alla sosta su comodo terrazzo.
L10, 40 m, 6a, 7 fix e 1 chiodo: a sinistra si scende un passo e si raggiunge una fessura (chiodo), poi ancora a sinistra si oltrepassa un canale e si sale direttamente per un bel muro raggiungendo la cima del pilastro a poca distanza dalla cresta di vetta.

Discesa: con 10 corde doppie lungo la via di salita, poi a piedi per lo zoccolo come in salita. Attenzione a non smuovere pietre dalle soste 6 e 7. Durante l'accesso, ricordarsi di prendere dei punti di riferimento sullo zoccolo perchè poi in discesa trovare il passaggio giusto è più difficile. E' anche possibile effettuare 3 calate lungo lo zoccolo (fix e maillon in posto), stando ben a destra della traccia omettata.