Noaschetta

L'itinerario

difficoltà: v4 / a3 / III   [scala difficoltà]
quota partenza (m): 1300
lunghezza (km): 450
quota di arrivo (m): 1100

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: brunocamol
ultima revisione: 30/07/11

località partenza: Case Sengie (Noasca , TO )

punti appoggio: Noasca

bibliografia: Canyoning Nord Italia di Pascal vanDuin Ed.Top Canyon

accesso:
Da Torino si sale verso la Valle Orco.fino al paesino di Noasca mt.1058. Lasciare l'auto dopo il ponte sul torrente Orco (comodo parcheggio)
E' possibile ridurre l'avvicinamento proseguendo con l'auto superando i 4 ripidi tornanti dopo Noasca, si arriva ad un comodo spiazzo a destra dove si lascia l'auto. Poco più a valle diparte un comodo sentiero (n.548) con sbarra che in 30 min.sale verso la Fraz.Sassa (1353Mt.)
Dopo aver superato una casa isolata si arriva ad un ponticello in legno che porta alle case Sengie (quota 1280). Da qui partenza della parte bassa.

note tecniche:
Bellissimo torrente scavato nel granito, molto verticale con una decina di belle calate alcune molto tecniche. Alcuni tuffi possibili da 4/5 m.sulla prima vasca da 8/10 sulla seconda
Da valutare bene il livello e porre attenzione perchè a monte è regolato dalla captazione della Soc.Iren ex Iride/Aem.Periodo consigliato Agosto/Settembre.
No dopo le pioggie.
Tutto il tratto descritto è stato attrezzato con doppio fix da 10 con catena Raumer inox.

descrizione itinerario:
Dal ponte inizia la discesa con la prima calata da albero in riva sinistra, (cordino con maillon) (possibile tuffo su riva dx da 4/5mt).
Seguono alcuni risalti con belle pozze profonde di colore verde. Si arriva ad una C18 inizialmente inclinata, con tuffo possibile da metà, seguita da una bella C38 inizialmente inclinata che forma una banana poi un pò più verticale ma gradinata con grande pozza alla base.
Dopo una C12 il tratto si apre un pò (uscita possibile in riva DX) con un sentiero che porta ad una casa.
Di qui la gola prosegue con un bel corridoio ad S molto levigato e scivoloso (questo passaggio è possibile aggirarlo passando dalla dorsale Dx, con calata da albero che porta poco sopra alla catena della partenza della cascata più tecnica di 40 mt inondata dall'acqua .
Con mancorrente in riva Sx di 10 mt. si arriva ad un'altra bella C24 con uscita un pò difficoltosa per il primo che si cala.(più facile l'uscita verso la fine della pozza). Da fare però legati in sicurezza.
Si giunge infine in vista dell'ultima calata che è stata frazionata con un mancorrente di 15 metri che scende nello stretto canalino asciutto a SX alla fine di quest'ultimo parte bellissima C55 finale che arriva poco sopra al paese di Noasca in una bellissima pozza .In alcune stagioni la pozza finale può essere insabbiata per gli amanti dei tuffi (salto da 18 mt) Previo controllo. Uscita da sentiero che (presa d'acqua a sx) in 10 minuti porta al paese .In 20 minuti se si è lasciato l'auto sopra i tornanti.