A Neuve o Dufour (Cabane) da La Fouly

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 1593
quota vetta/quota massima (m): 2735
dislivello salita totale (m): 1142

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: ubitre
ultima revisione: 23/05/11

località partenza: La Fouly (Orsières , Entremont )

punti appoggio: Campeggio a La Fouly

cartografia: I.G.C. N4 Massiccio del Monte Bianco

note tecniche:
Escursione su buon sentiero in bell'ambiente con belle vedute sulla Tour Noire Gl. de l'A Neuve e sulla parete nord del Mont Dolent, campeggio pulito e ordinato, cortesia da parte dei gestori, escursione abbinabile ad altre mete della zona, Biv. de La Maye o du Dolent con partenza sempre da La Fouly o la rif. Cabane de Saleina.
Per i più allenati l'escursione è fattibile in giornata da Arnouvaz in Val Ferret italiana con un dislivello di circa 2855m (solo salita) e con bella vedute dall' Aig. de Leschaux al Dolent.

descrizione itinerario:
Dal Gran San Bernardo,(colle o passo) si scende in Svizzera, dopo alcuni chilometri si prende a dx il bivio per Orsiere e passati sotto un cavalcavia si svolta a sx risalendo la Val Ferret svizzera fino a La Fouly, si trovano comodi parcheggi all'inzio dell'abitato o nel parcheggio davanti l'ingresso del campeggio a dx della strada. Si entra nel campeggio, attraversato subito un ponticello non si segue la strada di sx ma si procede diritto, si attraversa un secondo ruscello, si continua diritto tralasciando le stradine laterali per la varie zone del campeggio sino a trovare l'indicazione per il rifugio, il sentiero entra nel bosco, poi tra bassi arbusti e terreno sassoso si raggiunge la morena a tratti un po ripida ma con sentiero evidente, giunti ad un roccione con una scritta sbiadita si prende a dx, facile tratto con catene, (a sx del roccione il sentiero è eroso e molto ripido) subito dopo si attraversa il torrente su una passerella e il sentiero prosegue evidente fin poco prima del rifugio, un breve tratto attrezzato con catene permette di superare la balza rocciosa sulla quale è costruito il rifugio, oppure si sale a sx delle catene e per una cengia si giunge al rif.
20 Foto su picasa.

Dalla Val Ferret italiana: dal parcheggio sotto gli alberi di Arnouvaz si tralascia la strada sterrata e si sale per il comodo sentiero fino al Rifugio Elena dietro il quale inizia la salita su un ampio e panoramico sentiero fino al Col du Grand Ferret 2537m, da qui si prende la traccia a sx per il Col du Petit Ferret 2488m, lo si raggiunge oppure a metà percorso si divalla in Val Ferret svizzera su tracce di bestiame e piegando verso sx ci si ricongiunge al sentiero che scende dal Col du Petit Ferret, si giunge all'Alpe Lechere e per la strada sterrata alla sua sx e scorciatoie si arriva al torrente Drance, lo si attraversa e risalendo di poco si arriva alla strada asfaltata, seguendola verso sx in discesa si arriva al campeggio di La Fouly e con l'itinerario descritto qui sopra al rifugio Cabane de l'A Neuve. Al ritorno, da La Fouly si risale al Col du Petit Ferret e da qui per il ripido e scivoloso sentiero ad Arnouvaz.