Alpetta e Vercellina (Valloni) da Rivotti, anello

difficoltà: BS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Est
quota partenza (m): 1450
quota vetta/quota massima (m): 2245
dislivello totale (m): 795

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: block65
ultima revisione: 13/04/10

località partenza: Rivotti (Groscavallo , TO )

cartografia: Alta Valle dell'Orco - Escursionista e Monti editori

note tecniche:
Breve, inconsueto ma remunerativo anello che consente di attraversare dal bacino dell'Alpetta al Vallone della Vercellina. La gita, va effettuata con condizioni di neve sicure.

descrizione itinerario:
Da Rivotti, dopo aver parcheggiato l'auto al meglio senza intralciare il passaggio, seguire la strada che sale alle baite del Crest, poi, al primo tornante, piegare a sinistra salendo nel bosco e uscendo al raccordo con la strada precedente poco prima delle baite della Pugi.
Seguire la strada fino a quando ci si trova, in prossimità del Gias Giautè, di fronte al Vallone dell'Alpetta. Risalirlo al centro toccando il Gias Alpetta 1850 m e poi il Gias Costa 2020. Di qui occorre risalire con cautela il ripido versante sinistro idrografico del vallone, uscendo a un caretteristico colletto che dà accesso alla conca posta alle pendici meridionali del M. Morion 2245 m (ore 2).
Di qui inizia la discesa sui bellissimi pascoli a monte del Gias Vej, imboccando poi il vallonetto che scende al Gias di Mezzo 2092 m.
Scendere sul fianco destro idrografico del Vallone della Vercellina e poi abbassarsi, quando è possibile, sul fondo del vallone nell'alneto, raggiungendo il gias Mazzocco 1870 m. Poco più in basso attraversare il fiume e proseguire tra radi larici sfiorando Pera Berghina e ricollegandosi alla strada poderale che riporta ai Rivotti (ore 1,20).