Turuj (Fontana del) o Piccola Sourela da Niquidetto

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: MS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Est
quota partenza (m): 1140
quota vetta/quota massima (m): 1765
dislivello totale (m): 625

copertura rete mobile
tim : 86% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: BUBETTA
ultima revisione: 05/03/10

località partenza: Niquidetto (Viù , TO )

cartografia: IGM 1:25000 tavoletta Viù

accesso:
Dalla Valle di Susa si sale al Colle del Lys per poi scendere sul versante opposto fino a Niquidetto. Dalla valle di Viù, dopo Viù si sale verso il Colle del Lys fino a Niquidetto.

note tecniche:
La Punta Piccola Sourela è una modesta vetta tra la Torretta del Prete e la Punta Sourela, praticamente sconosciuta agli scialpinisti. Questo itinerario, del tutto indipendente da quelli che salgono alla Punta Sourela, offre una serie di bellissimi e aperti pendii nella parte alta, mentre in basso la provvidenziale traccia di una stradina porta rapidamente e comodamente all'auto. Praticamente priva di pericoli, è anche un buon ripiego in caso di pericolosità dei ripidi pendii finali verso la Torretta del Prete.
Consigliabile tra gennaio e marzo.

ATTENZIONE! Dalla vetta e dal suo lato destro è possibile la caduta di valanghe. Tenersi sotto al colletto a sinistra!

descrizione itinerario:
Esistono due percorsi alternativi:

PERCORSO 1
Da Niquidetto sulla strada per col S. Giovanni dopo 200 m circa sulla sinistra si imbocca una carrozzabile che conduce agli alpeggi muande freste 1432 m che si può raggiungere anche tagliando qualche tornante nel bosco. Dagli alpeggi non andare verso il Civrari ma girare a destra e risalire un rado bosco in direzione nord-ovest. Dopo il bosco si incrocerà a dx la traccia del percorso 2.

PERCORSO 2
Da Niquidetto scendere sulla strada verso Viù fino al ponte a 1,3 km a valle della stessa Niquidetto. Lasciare l'auto circa 50 m dopo il ponte, dove sulla sinistra inizia la traccia di una stradina (cartello attuale: "Strada in costruzione"). Risalire tutta la stradina, passando presso le Muande Bres e poi Gianciaglio 1372 m, dove termina. Al tornante finale presso queste baite lasciare la strada e risalire per rado bosco verso nord est e dopo il quale si incrocerà a sx la traccia del percorso 1.

Verso i 1500 m è visibile tutto il resto della salita, con la vetta tra la Torretta del Prete a sinistra e la Punta Sourela a destra. Per ampi e bei pendii portarsi al colletto a sinistra della vetta, poi per la breve e pianeggiante dorsale toccare le roccette della sommità.