Piatta Soglia (Bric) e Bric Piatta Stana da Pralapia

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BR   [scala difficoltà]
esposizione: Nord-Ovest
quota partenza (m): 1230
quota vetta/quota massima (m): 2667
dislivello totale (m): 1456

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: marcog72
ultima revisione: 11/05/09

località partenza: Pralapia (Bobbio Pellice , TO )

note tecniche:
Ottima alternativa ai ben più frequentati Sea Bianca e Frioland. Itinerario prettamente primaverile o tardo autunnale quando la strada della comba dei Carbonieri è agibile almeno fino a Pralapia.

descrizione itinerario:
Salita: dal ponte di Pralapia (o da dove si riesce a salire in auto a seconda dell'innevamento) seguire la strada verso il rif. Barbara (scorciatoia al primo tornante vicino alla fontana). Giunti in vista del ponte delle Selle, costeggiare il rio senza attraversarlo prendendo quota, piegare progressivamente verso sud e entrare nel vallone della Gianna. Si risale il vallone (sul fondo se il rio è coperto) oppure seguendo la pista sulla sx orogr. fino al ponte a quota 1650 ca. Prendere ora verso SE nella ripido bosco di larici intersecando più volte una pista fino a raggiungere le Berg. della Gianna nuove (quota 1900 ca.) dove questa finisce. Seguire l'evidente vallone verso SE e raggiungere, ormai fuori dal bosco, il passo di Fiunira. Risalire ora la cresta NO della Punta Maccia (molto ripida nel primo tratto, ma piuttosto larga) e raggiunga questa insignificamente sommità, seguire il filo di cresta fino al Bric Piatta Soglia.
Discesa: seguire sul filo la cresta spartiacque Po-Pellice verso SO fino al Bric Piatta Stana, piegare verso NNO e scendere lungo la "cresta del castello" quindi direttamente nel vallone del Gran Chiot, fino ad raggiungere il sentiero per il Colle della Gianna, da dove in breve si scende alle Grange omonime (vecchie) e quindi al ponte 1650 m circa.
Volendo, dal Bric Piatta Stana è possibile salire alla Sea Bianca e quindi tornare a valle dal colle della Gianna.