Rosso (Corno) Quota 2728 a Nord da Valdobbia e il Vallone di Scherpia

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Ovest
quota partenza (m): 1350
quota vetta/quota massima (m): 2728
dislivello totale (m): 1350

copertura rete mobile
vodafone : 20% di copertura

contributors: dani
ultima revisione: 25/11/08

località partenza: Valdobbia (Gressoney-Saint-Jean , AO )

cartografia: IGC Ivrea Biella Bassa Val d'Aosta

bibliografia: Guida dei Monti d'Italia Monte Rosa

note tecniche:
Il lungo tratto di cresta che, con direzione nord, collega la cima principale del Corno Rosso (2979m, o punta Carestia) al colle di Valdobbia (2480m) forma numerose elevazioni secondarie. Di queste solo la meno elevata, posta subito a meridione di detto colle, è nota con il nome di Punta Plaida (2689m). Successivamente si notano almeno altre due elevazioni indicate su IGC rispettivamente come quote 2728m e 2794m. Insieme con la cima principale del Corno Rosso esse dominano l’ alto vallone di Scherpia, luogo solitario e selvaggio, meta più di cacciatori che di escursionisti. La quota 2728m offre tuttavia una interessante itinerario scialpinistico.

descrizione itinerario:
Da Valdobbia (1350m ca., un km prima di Gressoney Saint Jean lungo la S.S. 505 che percorre la Valle del Lys) si segue il sentiero per il Corno Rosso (segnavia 11B) fino al bivio per l’ Alpe Hoberg verso la quale si prosegue (segnavia 11A, quota 1850m ca.). Questo tratto di sentiero, essendo molto ripido, conviene sia sgombro da neve come peraltro avviene ad inizio stagione. Dall’ Alpe Hoberg abbandonare il sentiero che sale in direzione dell’ Alpe Scherpia di sopra, e proseguire invece direttamente lungo il costone sovrastante riuscendo in prossimità di un pianoro (a quota 2100m ca.) dove la carta IGC indica la presenza di un piccolo lago e da dove divengono visibili le quote 2728m e 2794m e, sulla destra, il Corno Rosso. Tenendo la sinistra orografica del pianoro raggiungere in breve l’ Alpe Brunnen (2237m). Da questa piegare a sinistra ed attraversare un ampia distesa di grossi blocchi per portarsi sul versante opposto dell’ ampio vallone dominato dall’ imponente mole del Corno Rosso. Proseguire in direzione della fascia rocciosa che, con direzione NW-SE, si estende sul fianco destro orografico del vallone, costeggiarla verso sud lungo pendii aperti ed al suo termine, superare un tratto più ripido che dà accesso ai declivi sottostanti il versante nord occidentale del Corno Rosso. Seguirli verso sinistra fino a pervenire al colletto tra le quote 2728m a sinistra (nord) e 2794m a destra (sud). Lasciati gli sci si guadagna in breve e senza difficoltà la quota 2728m. Discesa lungo l’ itinerario di salita (non conviene scendere a monte dell’ ampia distesa di blocchi attraversata all’ altezza dell’ Alpe Brunnen, cosa che richiede un lungo traverso sotto le pendici del Corno Rosso e della Punta Rossa).