Sugiton (Calanque de) - Le Socle de la Candelle + La Candell Gutemberg + Arete de Marseille

difficoltà: 6a+ / 6a obbl
esposizione arrampicata: Sud
quota base arrampicata (m): 100
sviluppo arrampicata (m): 360

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: liviell
ultima revisione: 01/12/19

località partenza: Parcheggio Luminy - Marsiglia (Marseille , 13 )

accesso:
Dal grande parcheggio dell'area universitaria del Luminy (alle porte di Marsiglia) si imbocca la strada/sentiero in direzione Sugiton. Poco dopo aver incominciato a scendere verso la cala, imboccare una deviazione a sx che porta allo zoccolo (Socle). Meglio avere una carta dei sentieri con se perchè ogni sentiero ha il suo colore. Questo vale anche per il rientro.
Avvicinamento circa 1 ora dal parcheggio.
Arrivati sotto la parete reperire l'attacco della via Gutemberg alla base di un bel muro lavorato (G incisa sulla roccia).
La prima via è attrezzata a spit, la seconda a fittoni resinati.

note tecniche:
Combinazione bellissima e consigliata per percorrere il massiccio de la Candelle fino in cima. Contare circa 160m. per la prima via, poi spostamento a piedi di 5-10 min., poi altri 200 m. per la mitica pinna de la Candelle.

descrizione itinerario:
Via Gutemberg
L1: 6a bel muro lavorato, roccia da urlo.
L2: 6a muro iniziale aggettante, poi fessure e diedri. Arrivati sulla cengia trovare la sosta a sx alla base di un grande diedro (due ancoraggi distanziati per sostare).
L3: 6a+muro sx del diedro e poi diedro fino a uscire sul muro di dx. Bellissimo.
Breve spostamento su rampa (occhio a non buttare giù pietre) per reperire L4 alla base di un diedro aggettante. Non c'è la sosta alla base ma si possono usare radici o alberelli.
L4: 6a+ bel diedro tecnico con uscita fisica in strapiombo.

Da qui si parte a piedi e seguendo la traccia nella pietraia si sale prima diritti, poi verso sx fino a trovarsi di fronte il pinnacolo de la Candelle. Attacco di L1 alla base del grande diedro stondato. Scritta alla base.

Arete de Marseille (qui proporremo le lunghezze e difficoltà che abbiamo trovato secondo noi - Liviell & company)
L1: 6a bellissimo diedro (patinato). Usciti dal diedro salire un breve muro a sx fino in sosta su terrazzino.
L2: 5b passo della spaccata per passare sulla cresta de la Candelle, proseguire poi sulla cresta fino a reperire una sosta (30 mt.)
L3: 5b seguire la cresta, non fermarsi alla sosta ma proseguire sul tiro successivo (55 mt.) se si allungano alcune protezioni il tiraggio delle corde è limitato.
L4: 5a continuare per cresta
L5: facile, ormai si arriva sulla parte pianeggiante ma bisogna ancora affrontare un pilastrino spittato (intorno al 5c) di pochi metri per essere veramente in cima.

Discesa: dalla grande sommità scendere per una 40ina di metri in direzione opposta alla cresta di salita (ometti) fino a reperire una sosta per calata. Una doppia di 25 m. deposita sul sentiero per il rientro.
ps: non si ripassa dalla base della parete.

altre annotazioni:
L'Arête de Marseille è stata aperta nel 1927 da J. Laurent, H. e M. Paillon, E. Wyss
Adesso la troviamo attrezzata a fittoni resinati.
Via Gutemberg, apertura l'8 Gennaio 1972 da Jacques Fouque, Jean Germanaz.
Riattrezzatura a spit: 1992 - Jean-Luc Allinne, Pierre Clarac, Marc Guiot, Marcel Jouve.