Montokuc Mljet National Park Tour

difficoltà: BC / BC / S2   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 5
quota vetta/quota massima (m): 256
disl. da portare (m): 200

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: sensacugnisiun
ultima revisione: 01/05/19

accesso:
da Prapratno, sulla penisola di Peljesac (Sabbioncello) a Sobra sull'isola di Mljet, in auto fino a poco oltre Govedari dove si entra nel parco nazionale.

note tecniche:
La mtb è sicuramente il miglior modo per visitare il parco visti gli spostamenti abbastanza lunghi e le strade e mulattiere comodamente percorribili. Noleggiabili a Pomena ma meglio presentarsi nelle prime ore del mattino quando la scelta è ancora ampia, i mezzi sono abbastanza in ordine ma intuibilmente non il massimo.

descrizione itinerario:
Cartine dettagliate sono reperibili presso gli infopoint all'ingresso. Il percorso più frequentato è quello che contorna i due laghi salati di veliko jezero e malo jezero, il lago grande ha uno splendido sbocco sul mare, stretto ed in acqua cristallina. Il lago piccolo è circondato da strada sterrata. Il percorso più consigliabile parte poco oltre l'ingresso di Govedari e conduce a Montokuc, massima elevazione del parco e splendido luogo panoramico. Un centinaio di metri oltre la sbarra parte una ripida sterrata a sinistra che dopo un paio di ripidi km diventa sentiero, subito impegnativo. Da qui occorre mezzora per raggiungere montokuc, essendo il percorso anche pedonale non conviene spalleggiare in caso di frequentazione, le alternative sono tante, meglio lasciare le bici e andare a piedi. Si procede prima tra latifoglie poi con un lungo traverso in un bosco di pini di aleppo, si esce presso un ampio colletto ed in pochi minuti a destra si raggiunge la cima dove c'è un piccolo bivacco riservato ai guardiaparco. Sentiero abbastanza liscio, attenzione alle contropendenze ed alle molte radici. Poco prima del ponte presso lo sbocco al mare del lago grande parte una sterrata in buone condizioni che mantenendosi alta sul mare consente di fare un giro ad anello e di riportarsi sulla 120, strada principale dell'isola compiendo poi un giro ad anello verso Polace e Pomena e quindi nuovamente su Govedari. Questo tratto, asfaltato e all'ombra di splendidi boschi, presenta saliscendi e strappi anche abbastanza impegnativi.
I percorsi sono diversi e ben reperibili su cartina quindi durata e chilometraggi sono chiaramente a piacere.