Noire (Ouille) e Colli della Pointe des Arses da Bonneval sur Arc per il Versante SE

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: OSA / F+   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Est
quota partenza (m): 1850
quota vetta/quota massima (m): 3357
dislivello totale (m): 1500

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: mountain
ultima revisione: 01/04/19

località partenza: Bonneval sur Arc (Bonneval-sur-Arc , 73 )

punti appoggio: Stanze a Bonneval sur Arc

accesso:
Traforo del Frejus , Modane, Lanslebourg, Bessans, Bonneval.

note tecniche:
Bellissimi ed ampi pendii alquanto sostenuti, i quali nella parte alta permettono una sciata molto gratificante mentre nella parte bassa, data l’esposizione l’innevamento ha spesso breve durata e potrebbe non essere tutto sciabile. Necessarie condizioni di assoluta stabilità dei pendii.

descrizione itinerario:
Da Tralenta (stazione partenza impianti di risalita seguire la strada del Vallone dell’Arc (itinerari per i Rifugi Des Evettes e Carro) fino a l’Ecot. Dalle case più alte (Le Mollard) seguire il comodo sentiero che sale alle case isolate di l’Arselle poi Les Alberès , tutto percorribile in sci se innevato, poi salire a sinistra del Ruisseau de la Mandettaz su pendii alquanto ripidi e verso quota 2.550 attraversare il ruisseau (Fino a questo punto si può anche giungere seguendo il sentiero da l’Arselle verso Le Saut e da questo salire l’altra sponda del ruisseau) e tenendo un po’ la destra puntare al Col des Reys m. 2.932 posto al di sopra di una bastionata centrale passando da uno dei due ripidi pendii laterali ad essa (ramponi indispensabili). Dal Colle salire ad Ovest lungo una piccola comba ed al suo termine puntare a destra verso una crestina da superare in un tratto molto ripido (una corda può essere utile) ed uscire sui pendii della calotta finale. Qualora si ritenga questo passaggio troppo impegnativo e non sicuro, dal Col des Reys attraversare a N in piano fino ad individuare un punto agevole di passaggio sull’ampio pendio ripido solcato da canaletti, superato il quale si giunge sul residuo del vecchio Glacier du Montet e da questo lungo il pendio o passando dal Col de l’Ouille Noire e poi per cresta si giunge in vetta.
Discesa sull’itinerario di salita.

Altri itinerari nei pressi.
a) Ouille des Reys, spalla W m. 3.000.
Un po’ prima del Col des Reys salire uno dei pendii expo W che porta in cresta.

b) Col des Arses m. 3.074 o Sella Sud m. 3.100 della Pointe des Arses.
Da Le Mollard, salire tutta la sponda a sinistra del Ruisseau de la Mandettaz ed al suo termine deviare a sinistra, attraversare il pianoro del Plan des Eaux e puntare ad un canale a sinistra in direzione della Pointe des Arses; salirlo e dopo aver raggiunta la piccola comba est a quota 3.000 circa andare a destra per il Col des Arses m. 3.078 o a sinistra (più ripido) per la sella Sud m. 3.100 circa, expo NE.
Discesa per l’itinerario di salita.
Variante di discesa. Dal Plan des Eaux, scendere una delle due sponde del Ruisseau de la Grande Combe e verso il suo termine attraversare a sinistra raggiungendo l’Ecot e Le Mollard (Volendo, questo itinerario si può percorrere anche in salita).