Vecchio (Monte) dal Casone di Profecchia

Vecchio (Monte) dal Casone di Profecchia

Dettagli
Dislivello (m)
700
Quota partenza (m)
1314
Quota vetta/quota (m)
1982
Esposizione
Sud-Est
Difficoltà sciistica
BS
Tipologia
Pendii ampi

Località di partenza Punti d'appoggio
Albergo Rist. Casone tel. 0583 649090

Descrizione

dall’albergo si risalgono le piste dismesse fino alla strada forestale spesso battuta come pista di fondo.
seguita per breve tratto verso ds (n), si abbandona per seguire a sn il sentiero 54 ben segnalato che sale in bosco, tocca su 2 tornanti la strada forestale che si riprende al limitare della vegetazione nei pressi del rifugio cella (chiuso).
si traversano da ds a sn gli ampi e dolci pendii sottostanti il monte le forbici per giungere in traverso alla bocca di massa (m. 1816). per cresta si sale l’anticima del cella e dopo una breve contropendenza si aggira il Cella stesso sul versante emiliano (in caso di ghiaccio merita salire e scendere la vetta) pervenendo ad una sella ed in breve sul Vecchio, sempre sci ai piedi.
si può discendere per la via di salita oppure proseguire verso il prado.
si può anche discendere gli invitanti paginoni nord fino al limitare del bosco (da dove si può rientrare con un traverso alla bocca di massa) oppure si può proseguire sotto le pendici del Cella aggirando il riaccio di frova. si trovano poi dei meravigliosi boschi di alto fusto in dir. ne. giunti sulla strada forestale passo forbici – abetina reale, si può proseguire in direzione civago (ne) sempre per ampi boschi fino al torrente dolo.
rimesse le pelli, si può tornare al passo forbici e per forestale scendere al casone, oppure risalire per sentiero lungo il fovra uscendo dal bosco sulle pendici nord del cella e vecchio. con un lungo traverso si ritorna alla bocca di massa e al monte le forbici, oppure poco oltre il Passo delle Forbici salire con il segn. 0-0 al Monte Le Forbici, per discendere infine al casone.
Altra bellissima soluzione di discesa è quella del Vallone di Sasso Fratto. In discesa dalla vetta tendere ad aggirare sulla sinistra la fascia boschiva individuando un boschetto di larici. Entrati in bosco proseguire senza itinerario obbligato fino ad immettersi nel tracciato di una carrareccia che porta all’Abetina Reale da dove si risale al passo delle forbici.
Con queste varianti, il dislivello complessivo in salita è superiore a 1300 metri

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
Carta Multigraphic 1:25000 f° 16/18
Bibliografia:
Fabbri-Montorsi, 2003, Scialpinismo in Appennino, n. 31
beppepuddu
23.01.2005
16 anni fa
17 anni fa

Condizioni

Link copiato