Val di Cornia da Castagneto Carducci

Val di Cornia da Castagneto Carducci

Dettagli
Dislivello (m)
650
Quota partenza (m)
194
Quota vetta/quota (m)
300
Lunghezza (km)
71
Esposizione
Nord

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Il punto forte di questo itineraio è la bellissima strada che va da Sassetta a Suvereto, una delle migliori in Italia da percorrere in bicicletta.I tratti più impegnativi sono le salite di Sassetta e Campiglia Marittima, tutte molto pedalabili.
Strade ampie e ricche di storia e tradizioni, portano a scoprire questa terra nella quale i colori ed i profumi della toscana si accompagnano alle luci ed agli aromi del maditerraneo, un mare limpido, orlato da pinete ombrose, insediameni etruschi e medievali, parchi e oasi protette, la campagna, attraversata dalla strada del vino e costellata da vigni nobili, conosciuti in tutto il mondo, tutto ciò rende unica la Costa degli Etruschi.
Descrizione

Si parte dal Tombolo di Marina di Castagneto, in direzione di Castagneto Carducci oltrepassato il cavalcavia si svolta a sx e poco oltre in località il Bambolo si gira a dx in direzione di Castagneto Carducci lungo la SP 329. La strada procede in piano, e dopo 3 km inizia la pedalabile salita che porta al bellissimo paese di Castagneto Carducci.
Oltrepassato il borgo la strada si immerge nel bosco e con andamento sinuoso raggiune il ponte d’Oro dove inizia la leggera salita verso il Passo di Bocca di Valle,in presenza di un tornante si piega a destra verso Sassetta e passato il suggestivo borgo, brevemente la strada inizia a scendere verso la Val di Cornia.
La strada da un punto di vista ciclistico rappresenta la perfezione: pochissimo traffico e traiettorie di grande contenuto tecnico con tantissime curve. Immersi nella macchia si procede in loc. Prata dove si apre il paesaggio ampio e solare della Val di Cornia, breve salitina e poi discesa in un susseguirsi di curve fino a Suvereto.
Prima di uscire dal paese si piega a sx ( non proseguire dritti verso Cafaggio)in discesa sulla SP 398 in direzione Monteverdi Monterotondo passando nei pressi dell’azienda agrituristica la Bulichella. Si attraversa il ponte sul Fosso di Gore e percorsi 3 km da Suvereto si giunge ad un bivio, qui si lascia la SP 398 che gira a sx proseguendo dritti e seguendo l’indicazione per Massa Marittima e Montioni sulla SP 19 di Montioni.
Oltrepassato il ponte sul fiume Cornia si raggiuge un bivio dove si piega a dx prendendo la SP 22 “San Lorenzo – Banditelle”. Dopo circa 1,3 Km si passa per la frazione San Lorenzo e poi nei pressi dei vigneti della cantina Petra, e successivamente, si costeggia la fattoria Casalappi. Breve discesina e curva decisa a sx: in corrispondenza di questa curva c’è un incrocio. Ci troviamo al Km 4,5 della SP 22: la sciamo questa provinciale e procediamo dritti per un paio di km fino ad un incrocio dove si prosegue a sx sulla traiettoria dei cavi dell’alta tensione fino al successivo incrocio a T dove si gira a dx sulla SP 21 ” Campiglia Marittima – Riotorto verso la vicina Cafaggio.
Da qui si seguono le indicazioni per Campiglia Marittima 4 Km di salita pedalabilissima, dopo un incrocio si prosegue a dx ancora in salita fino al bel borgo oltre il quale inizia la discesa veloce fino al cavalcavia che oltrepassa la SS Aurelia. Raggiunta la SP 39 ” Vecchia Aurelia” si piega a ds raggiungendo velocemente San Vincenzo e successivamente Donoratico e per finire Marina di Castagneto.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
the-singer
19.07.2010
10 anni fa
Link copiato