Ucka Vela Draga

Ucka Vela Draga

Dettagli
Quota vetta/quota (m)
10
Altitudine (m)
228
Lunghezza min (m)
10
Lunghezza max (m)
80
Esposizione
Varie
Grado minimo
4
Grado massimo
al 7c

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
1) Da Fiume: seguire la 304 fino a Matulji poi la 5047 fino a Vranija. Subito dopo essere passati sotto l'autostrada, in località, Brci, vi è un ampio parcheggio a sinistra dedicato all'area naturalistica di Ucka-Vela Draga, un parco geomorfologico sulle tracce dei sedimenti dell'antico oceano della Tetide.
2) da Pola: seguire la strada 66 fino a Labin quindi continuare fino al bivio per Pazin a sinistra. Seguire la strada direzione Pazin brevemente, quindi svoltare a destra seguendo le indicazioni per Tunnel Ucka-Fiume ( Rjieka). Salire fino a Vranija-Brci e parcheggiare nell'area dedicata.

Avvicinamento:
dal parcheggio seguire il comodo sentiero con pannelli guida del parco fino al Belvedere, da cui si apre la vista sulla valle e sulle torri d'erosione davvero spettacolari. Di qui ripide tracce su ciottolame calcareo scendono nella valle, fino a un punto con pannello dove sono indicati alcuni consigli per l'arrampicata.
Qui siamo nel settore E.
A destra, passando per un suggestivo foro tra le guglie si va ai settori DBC e A, vicino alla ferrovia (vie prevalentemente corte dal 6a al 7b+).
A sinistra guardando verso valle, si raggiungono i settori FGHI e J con vie dal 4b al 7b. Il settore H è quello con le vie meglio chiodate, più facili e più pulite, ma anche il più frequentato.
Continuando a scendere seguendo i bollini bianco rossi si arriva al settore k, quindi al settore L o Veliki Toranj, dove c'è la celebre via di Emilio Comici.
Alla base di questa torre spettacolare, sulla sinistra, vi è il settore M con vie dal 6b+ al 7a+.
Le lettere si riferiscono alla descrizione della guida, e siccome la lettura non è immediata, questa relazione può aiutarvi a raccapricciante un po di più.
Note
Area molto bella che vale una visita anche solo per vedere il sito d'interesse naturalistico davvero unico. Casco consigliato. Portarsi dell'acqua e un giro di Friend BD fino al tre raddoppiando le misure più piccole, più qualche C3 e X4 piccoli, per le vie classiche sul torrione L
Descrizione

Vie prevalentemente di dita, dove però è richiesta una buona tecnica anche sulle vie più facili. Le vie sui torrioni sono molto esposte, con passaggi aerei. Alcune vie hanno una chiodatura con vecchi spit-roc e pacchetti artigianale e le classiche pochi chiodi molto datati.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Vela Draga fu visitata da Emilio Comici nel 1931, poi furono gli scalatori fiumani a farne il centro più interessante dell'Istria
Cartografia:
Istria-Pola 1:100000 Freytag &Berndt
Bibliografia:
Croatia climbing guide, Boris Cujic, edizioni Astroida
block65
30.06.2018
2 anni fa

Condizioni

Link copiato