Sirente (Monte) – Cima Aquila Via Wolynsky, Gulli, D’Agostino

Sirente (Monte) – Cima Aquila Via Wolynsky, Gulli, D’Agostino

Dettagli
Dislivello (m)
1100
Quota partenza (m)
1150
Quota vetta/quota (m)
2236
Esposizione
Nord-Est
Impegno
II
Difficoltà tecnica
5.1
Esposizione
E3
Tipologia
Couloir

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Raggiungere lo Chalet del Sirente a Fonte dell'Acqua.
Note
Fantastico ed impegnativo itinerario di Sci Ripido nel cuore del Sirente, per un canale aperto alpinisticamente nel 1980 da Wolynsky, Gulli e D'Agostino.
La valutazione è AD+ Pendii a 45°-50°-55° con un passo a 65°-70° in corrispondenza di una strettoia con crepaccio, quasi sempre esistente
Descrizione

Seguire il sentiero per il Canale Maiori.
Giunti all’inizio del Maiori, traversare nettamente a sx in direzione di un conoide di valanga alla base di un canale che taglia al centro lo Sperone di Mezzo del Sirente.
Risalire il conoide fino ad una strozzatura sinuosa, uscendo in un largo pendio bordato da alberi radi (50 m. 40°/45°).
Risalire il pendio nevoso sovrastato da un’alta barra rocciosa, verso un netto intaglio a dx (120 m. 40°).
Risalire lo stretto canale fino ad uno slargo (30 m. 55°).
Superare una strettoia quasi sempre crepacciata (passo 65°-70°). Proseguire nel canale,che non diminuisce più la pendenza fino ad una selletta a monte della Punta Rossa, affacciandosi sul Canalino Nord percorso dalla via Marcheggiani-Risi (100 m. 50°/55°).
Scendere 4-5 metri al di là della selletta.
Risalire l’erto pendio oltre la sella fino in cresta (30 m. 55°). Seguire la cresta-dorsale fino in vetta.
Discesa: per la stessa via con una calata in doppia alla strozzatura con crepaccio.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Via alpinistica aperta nel 1980 da Wolynsky, Gulli e D'Agostino.
Cartografia:
Carta CAI Velino-Sirente
Bibliografia:
Iurisci:Ghiaccio d'Appennino
annibale
06.04.2014
7 anni fa
Link copiato