Sass Pordoi Via Maria

Sass Pordoi Via Maria

Dettagli
Sviluppo arrampicata (m)
300
Esposizione
Sud
Grado massimo
4

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
DAL PASSO PORDOI, SEGUIRE IL SENTIERO CHE SALE A FORCELLA PORDOI E PORTASI ALLA BASTIONATA SUD, COSTEGGIANDOLA.
POI, PER TRACCE VERSO SINISTRA, FINO ALLA BASE DEL PILASTRO SUD.
ATTACCO ALLA BASE DEL CANALE, PER SALIRE IL CAMINO, CHE SEPARA IL PILASTRO DALLA PARETE (CHIODO D’ASSICURAZIONE; CIRCA 1,30 PER ARRIVARE DAL PASSO ALL’ATTACCO).
Note
LA SALITA SI SVOLGE SULL’EVIDENTE PILASTRO, ADDOSSATO, ALLA BASTIONATA SUD DEL SASS PORDOI E SITUATO LEGGERMENTE A SINISTRA RISPETTO ALLA VERTICALE DELLA STAZIONE SUPERIORE DELLA FUNIVIA.

DIFFICOLTA’: III°,IV°, IV°. TEMPO: CIRCA 3-4-ORE.
Descrizione

1°) SI SALE SUL CAMINO SU ROCCIA LISCIA E ARROTONDATA (PASSO DELICATO ALL’INIZIO), TENENDOSI SULLA SINISTRA E SEGUENDO FIN DOVE SI ALLARGA A CANALE GHIAIOSO (SOSTA SU ANELLI CEMENTATI; 30m., IV° E POI III°+).
2°) RISALITO QUALCHE METRO IL CANALE, ATTACCARE LA PARETE DI SINISTRA PER GIUNGERE, SUPERATO UN BREVE STRAPIOMBO (IV°+), ALLA LARGA CENGIA CHE ATTRAVERSA TUTTO IL PILASTRO (4° m., III°+,IV°).
3°) SEGUIRE LA CENGIA PER CIRCA 10 m. A SINISTRA ED ATTACCARE POI UNA RAMPA OBLIQUA VERSO DESTRA CHE SI SEGUE FINO AD UNO STRETTO TERRAZZINO (40m., III°, IV°).
4°) PROSEGUIRE PER LA RAMPA, SU ROCCIA GIALLA MA SOLIDA, SEMPRE OBLIQUANDO VERSO DESTRA, FINO A GIUNGERE IN PROSSIMITA’ DEL GRANDE TETTO TRIANGOLARE (30m., IV°).
5°) SALIRE FINO A POCHI METRI DAL TETTO, TRAVERSARE VERSO DESTRA CON ESPOSTA MA NON DIFFICILE ARRAMPICATA (CLESSIDRE), AGGIRARE LO SPIGOLO E SALIRE AD UN COMODO TERRAZZINO (25m., III°+).
6°) PER FACILI ROCCE, OBLIQUARE VERSO DESTRA (CLESSIDRE) FINO A RAGGIUNGERE L’INTAGLIO TRA IL PILASTRO E LA PARETE (50m., II°+).
7°) ATTACCARE LA PARETE A DESTRA DELL’INTAGLIO, ALZANDOSI UN PAIO DI METRI, PER OBLIQUARE POI LUNGAMENTE VERSO DESTRA (CLESSIDRE), FINO AD UNA NICCHIA. USCIRNE A DESTRA CON PASSAGGIO DELICATO GIUNGENDO POCO SOPRA AD UN TERRAZZINO (40m., III°. III°+, IV°).
8°) SALIRE PER ROCCE ARTICOLATE AD UNA BANCA DETRITICA (CLESSIDRA) ED ATTACCARE DIRETTAMENTE UNA PARETE VERTIVALE (IV°, CLESSIDRA) CHE ESCE SU UN TERRAZZINO ALLA SOMMITA’ DI UN PILASTRINO STACCATO (50m., III°+, IV°).
9°) 1°°) 11°) USCIRE VERSO SINISTRA AD UNA CRESTA GHIAIOSA E SEGUIRLA (ELEMENTARE) MIRANDO A RAGGIUNGERE UN TORRIONE GIALLO.
LO SI AGGIRA, CONTORNANDOLO A SINISTRA, PER CENGIA, FINO AD UN AMPIO COLATOIO DEL QUALE SI RISALGONO LE FACILI BALZE ROCCIOSE, FINO AD USCIRE IN VETTA IN PROSSIMITA’ DELLA STAZIONE SUPERIORE DELLA FUNIVIA.

DISCESA:
PER CONODO SENTIERO SEGNATO, SI SCENDE A FORCELLA PORDOI DA CUI, PER RIPIDE GHIAIE, SI RITORNA NEI PRESSI DELL’ATTACCO E QUINDI A PASSO PORDOI (CIRCA 1 ORA).
SI PUO’ RIENTRARE AL PASSO UTILIZZANDO LA FUNIVIA.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
VIA APERTA DA G.B.PIAZ E V. DE ZULIAN, NEL 1932.
golzum
03.07.2011
9 anni fa
14 anni fa
17 anni fa
18 anni fa

Condizioni

Link copiato