Piella (la) e Cusna Traversata daFebbio

Piella (la) e Cusna Traversata daFebbio

Dettagli
Dislivello (m)
1100
Quota partenza (m)
1150
Quota vetta/quota (m)
2120
Esposizione
Nord-Est
Difficoltà sciistica
BSA
Tipologia
Attraversa pendii ripidi

Località di partenza Punti d'appoggio
Rif. Battisti (a 15min.)

Avvicinamento
Ampio parcheggio sotto la partenza degli impianti, in disuso, a Rescadore.
Note
L'appennino è sempre in evoluzione e infatti bisogna fare attenzione al ghiaccio che si forma facilmente.
Alcuni tratti ripidi sia in salita che in discesa richiedono neve stabile.
Descrizione

Da Rescadore si sale al Pian Vallese seguendo la strada (in inverno innevata) tagliando in alcuni tratti per sentiero. Si seguono le tracce spesso presenti fino ad uscire dal bosco di faggio.
Si abbandona la traccia che sale dritto verso il Passone e si procede a destra, risalendo successivamente una ripida dorsale, fino a giungere sul crinale: ci si trova circa a metà cresta tra il Passone e la Piella.
Si procede verso nord ovest superando il monte La Piella, l’ arrivo degli impianti da Febbio e il Sasso del Morto. La cresta è quasi sempre percorribile con gli sci, facendo però attenzione a cornici e possibile ghiaccio. Ci si porta sotto la vetta del Cusna, che si risale negli ultimi 100mt con picca e ramponi.
Dalla vetta si scende verso il vallone della Borra (varie possibilità più o meno ripide) per poi piegare verso destra e buttarsi negli ultimi pendii fino al bosco. Con lieve pendenza si raggiunge la pista e, seguendo quest’ultima, Rescadore.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
bomber
23.02.2014
7 anni fa
Link copiato