Pendice (Rocca) Via Carugati

Pendice (Rocca) Via Carugati

Dettagli
Altitudine (m)
160
Dislivello avvicinamento (m)
40
Sviluppo arrampicata (m)
140
Esposizione
Est
Grado massimo
5a
Difficoltà obbligatoria
5a

Località di partenza Punti d'appoggio
Trattoria da Ezio

Avvicinamento
Dal piazzale dove si lascia la macchina prendere il sentiero di destra, continuare dritti per il bosco tralasciando a destra il primo bivio (conduce alle numerate) proseguire fino ad arrivare ad una paretina rocciosa con un paio di vie spittate (la palestrina) continuare e prendere le seconde tracce di sentiero che si incontrano sulla destra per portarsi sotto la parete. Continuare costeggiando l’imponente parete est per giungere sotto un marcato camino si attacca sotto di esso. ATTENZIONE: tratto esposto e scivoloso. Proseguendo si va verso altri settori e vie (ad esempio lo Spigolo Barbiero, http://www.gulliver.it/itinerario/10465/)
Note
Soste su anelli cementati, via completamente attrezzata a resinati, ma possibili parecchie varianti (più che altro sulla lunghezza dei tiri, visto che ci sono parecchie soste "sparse"). Poi ormai capire quale sia la via originale o meno, non credo sia possibile.
Descrizione

L1: 30m, III IV+. Salire inizialmente le placche appoggiate e poi infilarsi nel camino. Buoni appigli ma spesso aderenza, uscire verso sinistra su un terrazzino.
L2: 25m, III IV. Passare a sx, salire lo spigolo, poi traverso su placche muschiate verso sx (utile fettuccia per ulteriore protezione naturale) fino alla sosta (non visibilissima).
L3: 30m, III IV. Salire dritti su placche, cercando la sosta leggermente a sx.
L4 (nostro): 25m IV IV+. Salire le placche più verticali, poi un accennato diedro dirigendosi sulla dx di una pianta sotto uno strapiombetto. Sosta su pianta.
L5 (nostro): 30m IV+ V. Superare lo strapiombo (ben protetto) e salire verso sx prima su placche (qui la “vera” quarta sosta) alla base di un diedro verticale molto bello. Sosta su terrazzino alla fine di esso.
L6: 20m II III. Salire le facili (ma non solidissime) placche e poi per muro di cinta alla sosta poco sotto il pianoro sommitale.

Discesa: Dalla cima a dx (faccia a monte) per evidenti tracce di sentiero si prosegue nel bosco tenendo sempre la destra fino ad arrivare sopra i resti della rocca (breve passaggio in discesa su un muretto) continuando per sentiero si arriva sopra il settore chiamato le numerate da qui ci si cala superando alcune roccette (corde fisse) fino a congiungersi con quello di salita e poi al parcheggio. Noi in realtà abbiamo tenuto troppo la sx, giungendo in strada, che è però costeggiata da un sentierino, quindi no problem.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
pelle2005
01/08/2015
5 anni fa
Link copiato