Montabone da Alessandria

Montabone da Alessandria

Dettagli
Dislivello (m)
400
Quota partenza (m)
95
Quota vetta/quota (m)
454
Lunghezza (km)
100
Esposizione
Nord

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Alessandria sud
Note
le salite che si incontrano sono tutte pedalabili, unico strappo cattivo ma di poche decine di metri uscendo da Montabone per Rocchetta Palafea. Strade poco trafficate e con fondo buono su quasi tutto il percorso
Descrizione

Uscire da Al verso il casello AL Sud, superato il ponte sulla Bormida, girare a DX per Castellazzo B., proseguire per Sezzadio. Al semaforo in piazza girare a DX, dopo il passaggio a livello piccola salitella a DX. Seguire le indicazioni per San Rocco, Mombaruzzo. Si lascia la pianura per inoltrarsi tra i vigneti, dopo San Rocco bivio a SX per Mombaruzzo Stazione.
Si è nuovamente nel fondovalle tra campi di mais grano e le colline ai lati. Dopo il paese si risale fino ad incrociare la strada che collega Acqui Terme con Nizza M.to, si prosegue diritto,la vista si allarga e la strada ha delle leggere variazioni di pendenza. Si scende verso Acqui, si sfiora Castel Boglione e si entra nel territorio di Terzo.
Prima di entrare in paese prendere il tornante a DX con indicazione Montabone Canelli Nizza. Piacevole salita, tira quel tanto da lasciare anche il tempo di pensare, arrivati in paese secca impennata a SX,fortunatamente breve, per poi raggiungere Rocchetta Palafea. Discesa veloce e nuovamente fondovalle, la strada è molto trafficata ma dopo Nizza si ritorna a valori accettabili.
Ultima salitina sulla Bazzana con non veritiero cartello che annuncia pendenza al 10%. La strada corre veloce verso Bruno, ultimo paese della provincia di Asti. Giriamo nel paese di Bergamasco e su strada secondaria raggiungiamo Oviglio, ancora 11km e saremo arrivati

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Ormai con gli anni si rischia di ripetere sovente le stesse salite, ma "fatal combinazione" delle volte si accende la lampadina e ti ritrovi a pedalare su tratti di itinerari che si sono sfiorati molte volte, la sorpresa di arrivare in uno dei tanti paesi arroccati sulle colline del Monferrato o della langa Astigiana da una strada che scopri panoramicissima poco trafficata e magari, cosa addirittura impensabile, senza buche.
Buone pedalate a tutti
ferruccio-fei
24.06.2013
Link copiato