Grand Golliaz Canale NE, da Col Fourchon e ritorno col des Angroniettes

Grand Golliaz Canale NE, da Col Fourchon e ritorno col des Angroniettes

Dettagli
Dislivello (m)
1700
Quota partenza (m)
2430
Quota vetta/quota (m)
3238
Esposizione
Varie
Impegno
I
Difficoltà tecnica
4.2
Esposizione
E2
Tipologia
Itinerario complesso

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Giro complesso che tocca un pò tutte le esposizioni; richiede neve stabile e gruppo piccolo con un buon affiatamento per evitare perdite di tempo nei cambi assetto.
Il dislivello totale può cambiare a seconda delle condizioni della neve. Noi abbiamo fatto il minimo sindacale con 1700 m in salita e 2500 m in discesa; difficile farne di meno, più probabile farne qualcosina in più.
E' una bella alternativa alla classica salita del canale NE dalla Val Ferret Svizzera: si risparmia (tempo e soldi) il tunnel e soprattutto si risparmiano i tanti km in falsopiano che deve percorrere chi arriva dalla Val Ferret.
Avvicinamento
Strata statale direzione tunnel del Gran San Bernardo, poi a dx per impianti di Crevacol
Descrizione

Si prendono le due seggiovie di Crevacol. Dall’arrivo si mettono le pelli per risalire brevemente il Mont Botzalet (asta stazione meteo) e continuare in leggera discesa fino al Col di Crevacol. Tolte le pelli, si scende in diagonale puntando all’alpeggio Pra de Farcoz. A seconda delle condizioni della neve, si riesce ad arrivare a una quota compresa tra 2100 e 2200 m. Si rimettono le pelli per salire in direzione nord-ovest al Col Fourchon 2710 m sci ai piedi (ultimi metri ripidi). Tolte le pelli si scende in Svizzera l’ampio canale in direzione nord e poi, dopo il conoide finale, in direzione ovest fino a circa quota 2300 m. Si rimettono le pelli per salire in direzione sud-ovest verso gli evidenti canali del Gran Golliat. Qui il bacino propone molte possibilità a tutte le esposizioni (canali del Fourchon, di Lesache, Aiguille des Angroniettes, Six Blanc). Si sale il conoide del canale NE sci ai piedi. Quando la pendenza aumenta e il canale si stringe un pò, salire il ripido canale a piedi fino all’uscita su comoda spalla pianeggiante e assolata. Omino qualche decina di m a dx. Si riscende il canale e, appena possibile, si traversa a dx fin sotto al colle des Angroniettes. A seconda delle condizioni si sale con gli sci oppure a piedi fino a tornare nuovamente in Europa, in Valle d’Aosta, al sole. Si scende il pendio sud-est, all’inizio un pò ripido (diverse possibilità). Si scende la comba des Thoules. In base alle condizioni dell’innevamento e della neve, se possibile si traversa lungo una strada poderale che arriva all’Alpe Merdeux inferiore. Si continua lungo la pista di rientro fino al parcheggio.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
L'escursionista Gran San Bernardo, Svizzera Gr. St-Bernard CH1903
esteban
23/02/2020

Nelle vicinanze Mappa

2 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Stazione Meteo 2018m 1.4Km

Saint-Rhémy-en-Bosses – Crévacol

Stazione Meteo 1750m 2.1Km

Stazione nivo-meteo Saint Rhemy

Stazione Meteo
Webcam 1380m 5.3Km

Saint Oyen – Flassin

Webcam
Stazione Meteo 1310m 6.8Km

Saint-Oyen – Moulin

Link copiato