Grand Golliaz Canale NE, da Col Fourchon e ritorno col des Angroniettes

Grand Golliaz Canale NE, da Col Fourchon e ritorno col des Angroniettes

Dettagli
Dislivello (m)
1700
Quota partenza (m)
2430
Quota vetta/quota (m)
3238
Esposizione
Varie
Impegno
I
Difficoltà tecnica
4.2
Esposizione
E2
Tipologia
Itinerario complesso

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Strata statale direzione tunnel del Gran San Bernardo, poi a dx per impianti di Crevacol
Note
Giro complesso che tocca un pò tutte le esposizioni; richiede neve stabile e gruppo piccolo con un buon affiatamento per evitare perdite di tempo nei cambi assetto.
Il dislivello totale può cambiare a seconda delle condizioni della neve. Noi abbiamo fatto il minimo sindacale con 1700 m in salita e 2500 m in discesa; difficile farne di meno, più probabile farne qualcosina in più.
E' una bella alternativa alla classica salita del canale NE dalla Val Ferret Svizzera: si risparmia (tempo e soldi) il tunnel e soprattutto si risparmiano i tanti km in falsopiano che deve percorrere chi arriva dalla Val Ferret.
Descrizione

Si prendono le due seggiovie di Crevacol. Dall’arrivo si mettono le pelli per risalire brevemente il Mont Botzalet (asta stazione meteo) e continuare in leggera discesa fino al Col di Crevacol. Tolte le pelli, si scende in diagonale puntando all’alpeggio Pra de Farcoz. A seconda delle condizioni della neve, si riesce ad arrivare a una quota compresa tra 2100 e 2200 m. Si rimettono le pelli per salire in direzione nord-ovest al Col Fourchon 2710 m sci ai piedi (ultimi metri ripidi). Tolte le pelli si scende in Svizzera l’ampio canale in direzione nord e poi, dopo il conoide finale, in direzione ovest fino a circa quota 2300 m. Si rimettono le pelli per salire in direzione sud-ovest verso gli evidenti canali del Gran Golliat. Qui il bacino propone molte possibilità a tutte le esposizioni (canali del Fourchon, di Lesache, Aiguille des Angroniettes, Six Blanc). Si sale il conoide del canale NE sci ai piedi. Quando la pendenza aumenta e il canale si stringe un pò, salire il ripido canale a piedi fino all’uscita su comoda spalla pianeggiante e assolata. Omino qualche decina di m a dx. Si riscende il canale e, appena possibile, si traversa a dx fin sotto al colle des Angroniettes. A seconda delle condizioni si sale con gli sci oppure a piedi fino a tornare nuovamente in Europa, in Valle d’Aosta, al sole. Si scende il pendio sud-est, all’inizio un pò ripido (diverse possibilità). Si scende la comba des Thoules. In base alle condizioni dell’innevamento e della neve, se possibile si traversa lungo una strada poderale che arriva all’Alpe Merdeux inferiore. Si continua lungo la pista di rientro fino al parcheggio.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
L'escursionista Gran San Bernardo, Svizzera Gr. St-Bernard CH1903
esteban
23.02.2020

Nelle vicinanze Mappa

8 mesi fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Stazione Meteo 2018m 1.4Km

Saint-Rhémy-en-Bosses – Crévacol

Webcam 1380m 5.3Km

Saint Oyen – Flassin

Webcam
Panoramica 2900m 5.3Km

Pain de Sucre

Panoramica 2902m 5.7Km

Mont Fourchon

Panoramica 2823m 6.1Km

Tête Fenêtre

Panoramica 2888m 6.5Km

Grande Chenalette

Panoramica 2950m 6.7Km

Pointe de Drône

Link copiato