Gorma o Germa (Pointe de la) da Aussois

Gorma o Germa (Pointe de la) da Aussois

Dettagli
Dislivello (m)
1860
Quota partenza (m)
1530
Quota vetta/quota (m)
3391
Esposizione
Sud-Ovest
Difficoltà sciistica
BS
Tipologia
Attraversa pendii ripidi

Località di partenza Punti d'appoggio
Ref. Dent Parrachée

Avvicinamento
In stagione invernale da Aussois e man mano in punti più alti quando la strada dei bacini diventa percorribile.
Note
Percorso in buona parte comune con quello del Col de Labby, che si divide da questo solo dal ripiano dell’ex Glacier du Fond; è assai frequentato in periodo primaverile, con la possibilità di traversata verso il Refuge de l'Arpont, dal pendio del Col du Moine (primo pendio assai ripido; se troppo impegnativo attraversare al Col de Labby).
Descrizione

In inverno, dalla partenza impianti di Aussois, stare subito a sinistra delle piste, salire alla casetta alla quota 1639, poi Prédemal, attraversare la stradina per Le Droset, passare le casette Le Vet, l’Ortet e raggiungere il Belvedere nei pressi del tornante al di sopra della prima diga, salire su sentiero a Le Carlet , seguire la stradina con 3 tornanti fino a Le Combet, prendere il sentiero con alcuni saliscendi, passare la Randolière, valicare la dorsale ed attraversare la comba del Ruisseau de la Fournache, passare al Refuge de la Fournache e raggiungere il Refuge de la Dent Parrachée m. 2.515.
In stagione avanzata potendo raggiungere il Plan d’Amont si può percorrere il sentiero sulla sponda dx or dell’invaso fino al Pont de la Seteria dal quale si sale facilmente al Refuge de la Dent Parrachée.
Al rifugio Fournanche è anche possibile pervenire sfruttando gli impianti di risalita (teleski Grand Jeu e L’Armoise, poi scendere al ripiano Fournanche; al ritorno prendere l’impianto Fournanche e poi scendere sulle piste fino ad Aussois; Costo forfait randonneur anno 2020 per i 3 impianti €. 14). Dal rifugio Fournanche salire al rifugio Dent Parrachée e proseguire verso il Plan de la Gorma, il lago du Genepy e sia dalla sponda sx (giro lungo) che dx (più ripido) raggiungere il residuo del Glacier du Fond, poi salire il pendio a destra (a sinistra con un traverso alto si va al Col de Labby) fino al Col du Moine dal quale a piedi (ramponi) sulla crestina affilata fino agli spuntoni rocciosi finali.
In discesa se in buone condizioni si può scendere direttamente il pendio NO direttamente dai pressi della vetta (ripido), altrimenti ritornare al Col du Moine e continuare sull’itinerario di salita.
Al ritorno, non sfruttando gli impianti, per non dover spingere nei falsipiani, dalla comba al di sotto del Refuge de la Fournache conviene ripellare fino al dosso 2487 dal quale passando a Plan Sec e poi sulle piste o lateralmente ad esse, si scende comodamente ad Aussois.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
IGN - 236 e 237 Massif de la Vanoise-Gr. Casse - D.Parrachée e Haute Maurienne - 1:25000
mountain
09.02.2020
9 mesi fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Webcam 1540m 350m

Aussois – Piste

Webcam
Panoramica 3131m 5.7Km

Le Rateau d’Aussois

Panoramica 2340m 5.8Km

Fond d’Aussois

Panoramica 3697m 6.5Km

La Dent Parrachée

Link copiato