Godeluna, Valgoda da Costa, anello

Godeluna, Valgoda da Costa, anello

Dettagli
Dislivello (m)
750
Quota partenza (m)
179
Quota vetta/quota (m)
896
Esposizione
Est
Grado
E
Sentiero tipo, n°, segnavia
sentiero nr 786-800-787

Località di partenza Punti d'appoggio
nessuno

Note
Le contrade di Godeluna e Valgoda, un tempo intensamente abitate, ora quasi deserte salvo che in estate, sono l'esempio del vivere in montagna, sull'altopiano di Asiago prima dello sviluppo turistico. La contrada di Valgoda si affaccia ulla Valbrenta 700 metri più in basso, mentre Godeluna è posta su una conca erbosa circondata da boschi e dominata dalla chiesa di San Valentino.
La contrada di Godeluna ad Enego e' considerata dallo scrittore Mario Rigoni Stern uno dei siti più suggestivi e caratteristici dell'altopiano dei sette comuni. In particolare la chiesetta di San Valentino che domina il piccolo Borgo sottostante a cui d' collegata tramite una scalinata di 158 gradini in marmo biancone di Asiago dove si notano ammoniti anche di grosse dimensioni.
Avvicinamento
SS Valsugana al km 61 si passa il ponte sul Brenta e si prosegue fino a Costa. Ampio parcheggio alla partenza.
Descrizione

Da Costa mt 179 sulle rive del Brenta, si sale subito molto ripidi passando tra le case di recente ristrutturate.

Il sentiero 786, detto “della corda” per una antica teleferica, sale ripidissimo, spesso sul bordo dei dirupi della Val Capra, supera un breve tratto attrezzato e esce sulla bellissima cengia alta sulla Valbrenta per uscire nel bosco dove sono presenti ancora vari schianti di Vaia.

La deviazione dovuta agli schianti porta a una stradetta che in pochi minuti raggiunge Godeluna mt 845, raccolta in una conca erbosa circondata da boschi.

Alcune case sono abitate in modo continuativo. A un successivo bivio, si risale a ds e si raggiungono le case Corlo, un piccolo nucleo di abitazioni sulla cresta spartiacque. Continuando per stradetta in circa 30′, si arriva alla graziosa contrada di Valgoda, quasi disabitata.

Da qui la mulattiera cala con ripidi tornantini e si abbassa verso la Valbrenta destreggiandosi tra caratteristiche pareti di marmo rosso. Più in basso diventa meno ripida e con un lungo traverso ritorna a Costa.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
Carta Canale del Brenta edita da Sez. Vicentine del Cai
Carta Tabacco "Altopiano dei 7 Comuni
lancillotto
21/10/2020
11 mesi fa
Link copiato