Figari (Punta) -Super GAM

Figari (Punta) -Super GAM

Dettagli
Altitudine (m)
2240
Dislivello avvicinamento (m)
450
Sviluppo arrampicata (m)
200
Esposizione
Est
Grado massimo
6c
Difficoltà obbligatoria
6a+

Località di partenza Punti d'appoggio
Campeggio "Campo Base", Chiappera

Avvicinamento
In auto superare l'abitato di Chiappera; al ponte Souttan svoltare a destra e parcheggiare dopo due brevi tornanti.
Seguire il sentiero per il Colle Gregouri, fin sotto l'evidente parete Est della Punta Figari e per pietraia, passando fra enormi blocchi (ometti), portarsi orizzontalmente alla base. Dal punto più basso salire a sinistra su cengette erbose (esposto) per circa 60 metri (tot. ore 1,10).
Note
L'attuale restyling rende ora fruibile questa bella ed esposta salita, che nel tempo aveva perso quel poco di "sicurezza" che in origine poteva avere, cadendo nell'oblio.
Una via abbastanza ardita per il periodo, aperta con l'uso di nuts e pochi chiodi (alcuni mediocri) in un settore di roccia difficilmente proteggibile.
La linea di salita, che si svolge sulla parte sinistra della parete, è data dalla caratteristica fessura-diedro giallastra posta a circa 70 metri da terra. Al di sopra, grandi strapiombi sbarrano la strada, ma i primi salitori seppero sfruttare totalmente in arrampicata libera l'unico punto debole.
Descrizione

Alla base di un breve diedrino leggermente strapiombante. Targhetta con nome e primi spit visibili.

  • L1 – Salire il diedrino e la bella parete verticale che segue, con ribaltamento su gradinetto (6b, 30 m).
  • L2 – A sx della sosta diritti ad un muretto giallo, poi fessure e al termine leggerm. a dx. (6a, 30 m).
  • L3 – Vincere la fessura-diedro con sasso incastrato, poi la lama finale a sx e sostare (6b, 45 m).
  • L4 – Breve muretto, poi diedri e strapiombetti con alcuni passi a dx, fin oltre un inquietante blocco incastrato (6b+/6c, 45 m).
  • L5 – A dx risalire una fessura rossastra, una rampa grigia e il fessurone di uscita dai tetti (6b, 35 m).
  • L6 – Paretina ben fessurata, fino a sostare sulla cresta sommitale (4b, 20 m).

Discesa:

  1.  Dall’ultima sosta in cresta calare sul versante ovest con una breve corda doppia, raggiungere la Forcella Provenzale e quindi le calate del Camino Est ( prima doppia con catena visibile sulla dx faccia a valle).
  2. E’ possibile, ma non consigliabile, calarsi sulla via stessa: doppie in diagonale e strapiombo!

Forte rischio incastro nella 2a doppia  (m 20, 30, 40, 40, 55).

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Prima salita: Guido Ghigo e Flavio Parussa il 6 giugno 1981.
Chiodatura a fix + soste: F. Parussa, L. Orsi, E. e W. Galizio, completata il 29 settembre 2020.
flavio
01/10/2020
4 settimane fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Stazione Meteo 2010m 3.1Km

Acceglio Collet

Stazione Meteo
Stazione Meteo 1610m 6.8Km

Acceglio

Stazione Meteo
Webcam 1250m 9.7Km

Acceglio – Verso Valle

Webcam
Webcam 1720m 9.8Km

Acceglio – Viviere

Webcam
Webcam 1760m 9.9Km

Larche

Link copiato