Figari (Capo) e Monte Ruju da Golfo Aranci

Figari (Capo) e Monte Ruju da Golfo Aranci

Dettagli
Dislivello (m)
640
Quota partenza (m)
3
Quota vetta/quota (m)
342
Esposizione
Sud
Tipo di percorso
Salita e discesa

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Capo Figari è un promontorio calcareo situato in Gallura, nel nordest della Sardegna, in comune di Golfo Aranci, che si protende sul mar Tirreno. Chiude la parte più settentrionale del golfo di Olbia e l'altezza della cima più elevata raggiunge i 342 metri; nella parte sudorientale presenta una scogliera alta 200 metri a picco sul mare. Il promontorio si può visitare da terra passando per la spiaggia di cala Moresca; ai suoi piedi sul lato non esposto al mare aperto si trova il porto di Golfo Aranci, da cui partono collegamenti per Civitavecchia e altri porti italiani, nonché la stazione ferroviaria, con la linea proveniente da Olbia.
In prossimità del capo è presente l'osservatorio di capo Figari, conosciuto per essere stato il luogo in cui Guglielmo Marconi fece installare il collegamento in microonde di 269 km fra capo Figari e rocca di Papa.
Descrizione

Dopo aver parcheggiato l’automobile nel parcheggio gratuito dei Baracconi, si prosegue lungo l’area pedonale che porta a Cala Moresca. Il sentiero Semaforo (rosso) offre la possibilità di osservare sulla sinistra il forno elettrico impiegato per la cottura della pietra calcarea, situato in un paesaggio di incredibile bellezza in cui è facile scorgere qualche muflone destreggiarsi tra le alture più impervie. Arrivati in cima si può ammirare dall’esterno il Semaforo della Marina Militare. Da qui si scende lungo il percorso di salita imboccando, quasi a Cala Moresca, il sentiero segnalato a destra Su Canale (verde). Il sentiero deve il nome alla sua particolarità di dividere a valle le due vette del promontorio, Monte Ruju e Capo Figari, e ricorda il letto di un fiume privo di ciottoli. Raggiunto il bivio dei sentieri Monte Ruju-dei Carbonai, si prosegue per il primo (arancio). In breve si arriva alle Case Rosse, nascoste tra le alte sughere, ed in seguito al punto panoramico su Golfo Aranci con a sinistra la mole del Monte Ruju. La cima (269 m) si raggiunge su terreno più impervio con qualche roccetta (manca una vera e propria traccia). Tornati al bivio dei sentieri Monte Ruju-dei Carbonai, si imbocca quest’ultimo (azzurro) che conduce, con bel percorso vista mare, alla strada asfaltata, da seguire a sinistra per ritornare al parcheggio dei Baracconi chiudendo così l’anello.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
emanuele_80
26/04/2015
7 anni fa
Link copiato