Dibona (Aiguille) Visite obligatoire

Dibona (Aiguille) Visite obligatoire

Dettagli
Altitudine (m)
2750
Dislivello avvicinamento (m)
1200
Sviluppo arrampicata (m)
350
Esposizione
Sud
Grado massimo
6a
Difficoltà obbligatoria
6a

Località di partenza Punti d'appoggio
rif. Soreiller

Note
la via è ottimamente attrezzata a fix 10 mm.
Soste con catena e majon di calata per i primi 5 tiri, poi è necessario uscire per calarsi più comodamente dalla via normale.
Al massimo, può essere utile qualche nut.

Descrizione

Avvicinamento
Da Les Etages (m. 1590), si prende un sentiero indicato che in poco più di 2 ore conduce al rifugio Soreiller (m. 2730), situato proprio sotto i piedi della bellissima parete sud della Dibona.

La via “Visite obligatoire” attacca a circa 5 minuti dal rifugio, a sinistra della grande fessura-diedro obliqua che solca tutta la parete.
Sono possibili 2 varianti d’attacco, a destra o a sinistra di una fascia di strapiombi che forma una specie di triangolo. Entrambe le lunghezze conducono alla stessa sosta (6a).
Si sale in diagonale lungo una bella placca (6a); si prosegue per una breve lunghezza fin sotto un piccolo strapiombo, che si supera leggermente a sinistra e poi diritti (6a).
Con un diagonale aereo si sale un risalto più atletico (6a), da cui si prosegue per un’altra lunghezza lungo belle fessure, leggermente verso sinistra (5+/6a).
Una lunghezza più facile su un pilastro, dalla cui sommità si obliqua a destra (4), porta al limite sinistro di una buona cengia (vire Boell).
Ci si alza verticalmente su un muro sostenuto posto a destra di un evidente diedro (5+/6a), giungendo ad una breccia e ad un’ulteriore sosta sulla destra (in comune con la via Madier)..
Si passa il muro sovrastante in centro (6a); oppure si può proseguire più facilmente in comune con la via Madier (4+).
Ancora per il centro della placca (5+), sino a congiungersi con la Madier.
Infine, per cresta, si arriva facilmente in vetta.

Discesa: si effettua comodamente con 2 doppie lungo la cresta Nord, che porta alla breccia gunneng. Di qui, seguendo alcune cenge non difficili ma un po’ esposte, si giunge sulla pietraia, e per sentiero al rifugio (circa 1 ora).

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
Massif Ecrins Haut Dauphinè
Bibliografia:
Dimensione quinto - Oissan Nouveau Oissan Sauvage (Livre Ouest) JM Cambon
4 anni fa
6 anni fa
7 anni fa
8 anni fa
9 anni fa
11 anni fa
12 anni fa
13 anni fa
14 anni fa
15 anni fa
17 anni fa
25 anni fa
Link copiato