Chateau des DamesCanalone di Vofréde

Chateau des DamesCanalone di Vofréde

Dettagli
Dislivello (m)
1550
Quota partenza (m)
1947
Quota vetta/quota (m)
3488
Esposizione
Est
Grado
ORA
Difficoltà alpinistica (se pertinente)
PD
Tipologia
Couloir

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Sorge sullo spartiacque Valtournenche-Valpelline, compresa nella parte meridionale della bastionata delle Grandes Murailles, posta in un angolo della Valtournenche tra i più remoti e selvaggi di tutta la valle. Gita quasi tutta effettuata sotto l’occhio vigile del Cervino sempre lì in bella vista che dal canalone del ghiacciaio di Vofréde offre scorci fotografici di prim’ordine. Lungo dislivello con poco spostamento dove la salita diventa molto redditizia, tratto atletico e alpinistico per raggiungere il Castelletto Whymper, panoramica cresta e poi la cima che è uno dei balconi più belli nei dintorni. Gita da effettuarsi con condizioni di neve assolutamente sicure. Casco, picca e ramponi (corda eventuale).
Descrizione

Circa 2 km prima di Cervinia, e 500 m prima del Lago Blu, lasciare l’auto sulla strada e imboccare una stradina a sinistra che scende ad una cava nei pressi di un laghetto. Attraversare il torrente Marmore su un ponticello (cartelli indicatori gialli per il Rifugio Perucca) e risalire il pendio inizialmente adagiato verso le pareti del Creton, puntando all’evidente canalone che scende sulla sinistra. Risalirlo evitando di stare troppo vicino alle pareti rocciose (rischi di caduta neve, ghiaccio e sassi), quindi a quota 2700 m circa spostarsi sul ripido fianco morenico sulla sinistra e sbucare nel canalone successivo. Con un traverso semipianeggiante raggiungere il fondo del canalone che ospita quel che rimane del ghiacciaio di Vofréde, superare una ripida strettoia a destra, sotto la bastionata dove in alto passa la via attrezzata estiva che sale al Colle di Vofréde. Si prosegue su ripidi pendii sin sotto al colle di Vofréde (3130 m) che si lascia decisamente sulla sinistra, raggiungendo l’ampia cresta nevosa a NO del passo. Ben presto la cresta diventa rocciosa e la si costeggia per neve sul lato Valtournenche fin sotto la verticale del caratteristico Castelletto Whymper. Qui lasciare le racchette e proseguire con picca e ramponi su un breve ma ripido canalino, oppure sulle rocce lisce e instabili alla sua sx, servendosi della corda fissa un po’ scomoda (utile portarsi una corda propria) che porta sulla cresta pochi metri a N del castelletto (diff. PD). Seguirne il filo verso N con tratti di misto, neve e roccia sino giungere ai piedi della cima. Superare l’ultimo tratto roccioso prima sul lato SSO e quindi O e toccare la vetta ove è posta una campana. Panorama spettacolare sul Cervino, sul Rosa, sui 4mila del Vallese e gran parte delle cime della Val d’Aosta.
Discesa dall’itinerario di salita, oppure effettuare la traversata scendendo lungo il versante della Valpelline verso il Rif. Prarayer (rif. http://www.gulliver.it/itinerario/13288/).

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
IGC 5 Cervino Monte Rosa
pr18
16/04/2014
7 anni fa
9 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Stazione Meteo 1998m 1.6Km

Valtournenche – Breuil Cervinia

Stazione Meteo 2566m 1.9Km

Valtournenche – Grandes Murailles

Panoramica 3224m 3.8Km

Mont Rous

Panoramica 3315m 4.2Km

Glacier du Chérillon

Panoramica 2630m 4.4Km

Mont Pancherot

Stazione Meteo 2541m 5.3Km

Valtournenche – Lago Goillet

Panoramica 4171m 5.7Km

Dent d’Hérens

Panoramica 2909m 5.9Km

Rifugio Perucca-Vuillermoz

Link copiato