Caldeira (Cabeço Gordo)Anello Horta- Cabeço Gordo – Cruziero Horta

Caldeira (Cabeço Gordo)Anello Horta- Cabeço Gordo – Cruziero Horta

Dettagli
Dislivello (m)
1043
Quota vetta/quota (m)
1043
Lunghezza (km)
50
Esposizione
Varie
Difficoltà salita
MC+
Difficoltà discesa
MC+

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Giro ad anello che permette di arrivar con una buona strada asfaltata alla Caldeira: consigliato solo se non c'è nebbia in quanto la bellezza del percorso sta negli scorci del paesaggio.C'è un pezzo di portage da fare abbastanza faticoso per far l'anello ma si viene ripagati da una bellissima discesa vista mare e ortensie su di una stradina stretta, per niente trafficata con asfalto bruttino. I chilometri sono calcolati approssimativamente, conviene far il giro come descritto sotto: le pendenze sono migliori per la salita e ci si diverte su pendenze più sostenute in discesa. Le bici si affittano a Horta al Peter Base e hanno dei limiti: sono un po' vecchiotte, ogni tanto il cambio fa i capricci ma si riesce comunque a pedalar; i freni sono vibram e le bici front suspend. Si affittano anche bici sull'isola di Pico a la Maddalena mentre non se ne trovano a Velas (isola san Jorge). Oltre al giro descritto si possono far molte gite anche su strade sterrate (al di fuori della strada principale che fa il giro delle isole le altre sono stradine con asfalto in condizioni mediocre o sterrate). Consiglio anche il giro intero di Fail (50 km circa) e dell'isola Pico (100 km circa). Le
mappe delle varie isole si trovano negli uffici del turismo. Poca acqua sul percorso partir con un buon rifornimento.
Descrizione

Da Horta si sale in direzione di Flamengos e da qui si prosegue su buon asfalto seguendo le indicazioni Caldeira o Vulcano. Arrivati alla Caldeira la strada si interrompe: bisogna raggiungere la cima con le grosse antenne facendo portage per 1OO/150 metri di dislivello circa. Noi ci siam fatti ingannare da una stradina erbosa ma dopo 200 metri la pacchia finisce; si deve portar la bici su un terreno erboso infido pieno di buche ma con un po’ di pazienza se si arriva in cima si incontra una piccola stradina mal asfaltata che costeggia il cratere si fa ancora una piccola salita e poi scende. La si segue fin a Cruziero in un susseguirsi di scorci molto belli. Da Cruziero si può anche scegliere di andar a Capelinhos (vulcano apparso nel 1957 molto bello)o raggiungere Horta sulla strada principale.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
strisulina
30.07.2011
9 anni fa
Link copiato