Cala Agulia e Conca da Campo Moro, traversata a Tizzano

Cala Agulia e Conca da Campo Moro, traversata a Tizzano

Dettagli
Dislivello (m)
700
Quota vetta/quota (m)
512
Esposizione
Varie
Grado
E

Località di partenza Punti d'appoggio
nessuno

Note
Interessante escursione su ottimi sentieri, il percorso che segue il litorale consente di toccare le varie cale della zona, limpide e poco frequentate visto che gran parte dei turisti arriva via mare. Percorso facile ma lungo specialmente non avendo un auto sull'arrivo, oltre 15km di sviluppo per la tarversata. Splendide e meritevoli la Arana, Cala Agulia e Cala Longa.
Avvicinamento
da Propriano a Campo Moro per la d121
Descrizione

Da Campo Moro non esistono indicazioni sulla partenza dei sentieri, se ne troveranno invece durante il percorso. Per l’imbocco occorre seguire la litoranea, uscire dal piccolo borgo e presso una curva a sinistra che va verso l’interno parte una mulattiera sbarrata da un cancello. Oltrepassato il capo si può scegliere se seguire il percorso costiero o quello più interno che sale la punta di Manna Mulina per scendere verso il mare nel vallone successivo. Seguendo il costiero si oltrepassa la punta di Scalonu e la cala di Cuniseddu per giungere alla splendida e selvaggia cala Agulia. Da qui il sentiero si addentra nella macchia tagliando un capo e sbuca sulla mezzaluna di Cala Arana. Proseguendo si entra nella Cala Conca, forse la più estetica, limpida, poco profonda e ricca di pesci. Il faro di Senetosa e l’Isuledda portano verso gli ultimi km verso la frazione Tromba di Tizzano. Da Campo Moro il sentiero è anche raggiungibile per la frazione Capanella (meglio usare navigatore o gps) ma la prima mezzora è invasa da vegetazione invadente e spinosa, oltre che attraversare un paio di divieti, sconsigliabile dunque.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
sensacugnisiun
22/08/2018
2 anni fa
Link copiato