FBonazzi


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
note su accesso stradale :: Accesso da Dairin, seguire la tortuosa e ripida strada fino in fondo senza problemi.
Attacco della via subdolo da trovare. Una volta trovato il cartello per Sperone Cinquetti, salire di qualche metro e portarsi immediatamente sul lato destro del canalone: la via parte alla base dello sperone subito visibile sulla destra, oltrepassato con un salto un canalino roccioso. Una placchetta metallica indica l'attacco della via.

Arrampicata facile ma non banale se non abituati al granito (ad esempio come il sottoscritto). Chiodatura nuovissima e splendente, perfettamente adeguata ovunque tranne sotto lo strapiombino di L6 (utile un friend medio per proteggersi prima di raggiungere lo spit oltre lo strapiombo). La "grossa quercia" di L6 è un albero di dimensione medio-piccola apparentemente morto e rinsecchito.

Giornata temperata, un po' di vento, nessuno sulla via. Ambiente spettacolare, specialmente L4 ed il grande tetto. Dalla sosta di L4 abbiamo assistito al matrimonio sulla piazzola dell'elicottero. Auguri agli sposi!

Prima via lunga con Annachiara.

Il tetto ad arco di L4. Auguri agli sposi!
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Facile gita seguendo i tracciati delle piste da sci, giornata di sole sensazionale con brutto tempo previsto in arrivo alle 13.

Sci ai piedi dal parcheggio. Partiti alle 9 su neve in basso ancora dura ma non ghiacciata, rampanti non necessari. Un gava e buta su una rampa di pietre della strada, altrimenti copertura continua e sufficiente a non toccare niente neanche in discesa. Arrivati in cima alle 12 su neve ormai granita, una breve pausa e si riscende per anticipare il brutto tempo in arrivo. Temperature alte ma sopportabili.

I primi 3-400m dalla cima discesa a cannone su una delle nevi migliori della stagione, poi purtroppo e prevedibilmente si appesantisce molto scendendo, fino a diventare un orribile mappazzone. Piombiamo nelle nuvole per gli ultimi 20 minuti di discesa, visibilità poco nulla ma arriviamo sci ai piedi alla macchina.
Niente male per metà aprile. Partendo un'ora prima avremmo penato probabilmente di meno negli ultimi 400m di discesa.

Con Cri, Chiara e Eddie (u236instabile).

Relazione inserita per completezza anche se molto tardi.

Salita lungo le piste

Giornata estiva in cima

#makeserpentinagreatagain
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .