Angeloga (Passo) da Fraciscio per il Rifugio Chiavenna

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Ovest
quota partenza (m): 1442
quota vetta/quota massima (m): 2391
dislivello salita totale (m): 949

copertura rete mobile
tim : 60% di copertura

contributors: macchia
ultima revisione: 02/02/10

località partenza: Soste, Francisio (Campodolcino , SO )

punti appoggio: Rifugio Chiavenna

cartografia: Kompass 92 (Chiavenna-Val Bregaglia)

bibliografia: Gogna, Miotti, A piedi in Valtellina, Banca Popolare di Sondrio

note tecniche:
Salita continua e piuttosto ripida nella seconda parte. Prima parte della salita (fino al Rif.Chiavenna) senza neve. Dal Rifugio al Passo Angeloga con neve, anche se poca e non gelata. Il sentiero verso il passo è ripido e in caso di neve gelata sono indispensabili i ramponi. Leggero strato di ghiaccio sul Lago Nero. Quale sia il panorama al Passo non siamo in grado di dirvelo perchè eravamo in una fitta nebbia! Bella la Conca dell'Angeloga e belli i laghetti alpini. Discesa al rifugio con attenzione per la neve (chi aveva i ramponi li ha usati). Tempo di salita 1.15' al Rifugio e 1.30 al Passo.

descrizione itinerario:
Salendo da Chiavenna, giunti a Campodololcino si gira a destra, dopo la chiesa, verso la frazione Fraciscio. Si procede verso la loc. Soste (indicazioni) dove si lascia l'auto (parcheggio).
Il sentiero sale subito incassato tra le rocce e in un bosco rado, costeggiando un vivace ruscello; si fa sempre più visibile l'anfiteatro di cime che attende al termine della salita, dopo poco più di un' ora, raggiungendo l'Alpe Angeloga, stupenda conca dominata dal Pizzo Stella (3163 m.).
Qui è visibile il Rifugio Chiavenna del CAI (2039 m.) e un nucleo di baite restaurate di fronte alle quali sta il lago di Angeloga. Dietro il Rifugio il sentiero (C3) prende subito a salire ripido verso un intaglio visibile dal basso, procedendo in parte a tornanti. Verso l'alto il canalone si stringe (corde fisse in caso di ghiaccio) e sempre costeggiando un torrente raggiunge una bocca d dove si sbuca verso il lago Nero. Poco più oltre è il Passo Angeloga (2391 m.).