Rio Marzo - Amore che non ha amata

difficoltà: I / 3   [scala difficoltà]
esposizione: Est
quota base cascata (m): 1300
sviluppo cascata (m): 30
dislivello avvicinamento (m): 300

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: STE83
ultima revisione: 22/01/10

località partenza: Pratobotrile (Condove , TO )

cartografia: Valli di Lanzo e Moncenisio

note tecniche:
Finalmente anche a Condove è arrivata la piolet-traction; nel comune di residenza del mitico Gian Carlo Grassi sono state aperte due brevi e abbastanza facili, ma molto effimere colate di ghiaccio ad opera di Stefano Cordola in solitaria e da slegato il 19 Gennaio 2006.
Colate effimere ed eteree che rappresentano le uniche possibilità di arrampicata su ghiaccio nel comune di Condove.

descrizione itinerario:
Avvicinamento: raggiungere in auto la frazione Pratobotrile (10 Km da Condove), indi seguire la mulattiere per il Collombardo. Segurla per circa 50 minuti, sino a quando, dopo un lungo traverso in leggera salita passa alla base di una fascia rocciosa, appena prima della quale un canale ospita le colate molto evidenti.

La cascata principale è formata dal corso d'acqua principale del rio Marzo, sulla sinistra è più facile (goulotte con pendenze massime di 70°), mentre a destra offre dei colonnati stalattitici piuttosto precari (15 metri, 90°). (Difficolta da AD a D)
Una colata più facile è invece posta sul lato destro idrografico della gola che ospita la precedente cascata, ed è situata proprio di fronte ad essa. E' alta solo 15 metri e la si sale in centro dove un breve colonnato stalattitico offre una difficile partenza su strutture molto precarie e delicate (difficolta AD+).
Le discese si effettuano a piedi senza particolari difficoltà.

N.B. La colata principale era già stata salita il 17 Gennaio 2006 (due giorni prima) da L. Devos che la superava però in solitaria e con la corda posizionata dall'alta facendo il giro a piedi nel bosco.