Sentieri dei Partigian da Pilone Chiarle, anello per S.Elena, S.Bovo, Pavaglione, Cascina Langa

sentiero tipo,n°,segnavia: segnavia bianco-rossi
difficoltà: T   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 600
quota vetta/quota massima (m): 690
dislivello salita totale (m): 520

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: gibet
ultima revisione: 01/12/17

località partenza: Trezzo Tinella, località Pilone Chiarle (Mango , CN )

accesso:
Da Mango su S.P.65 verso San Donato. Al cartello che indica 1 km a San Donato svoltare a dx ancora su S.P. 65 e dopo 2,1 km si arriva ad un quadrivio dove sulla sinistra c'è il Pilone Chiarle con la lapide a ricordo degli otto giovanissimi partigiani uccisi nel 1944. Poco parcheggio lungo la strada.

note tecniche:
Bella camminata di 13 km sui sentieri e i luoghi dei partigiani descritti nei libri di Fenoglio. Buona parte del percorso si svolge su sterrati e sentieri sulle panoramiche dorsali delle colline, toccando il territorio di quattro comuni: Trezzo Tinella, Mango, Rocchetta Belbo e Castino. Da evitare con terreno fangoso e dopo piogge abbondanti perché l'attraversamento del rittano di S. Elena diventerebbe problematico.

descrizione itinerario:
Dal pilone si torna indietro 50 metri verso Mango e si imbocca a dx lo stradello (segnavia bianco-rossi già nel comune di Mango) che porta in breve alla sommità della dorsale.
Si segue la dorsale in quasi costante discesa con tratti boscosi e altri aperti e panoramici fino alla chiesetta di S.Elena (520) che sovrasta la Valle del Belbo e Rocchetta Belbo .
Bella vista sulla Valle del Belbo.
Si ritorna indietro di circa 100 metri e si prende a sx tra i filari di moscato (segnavia bianco rossi) fino alle poche case dove arriva una strada asfaltata. Sulla collina di fronte è ben visibile la chiesa di S.Bovo, nel comune di Castino. Si segue la strada asfaltata attraversando un'altro nucleo di casette fino ad effettuare un tornante a sx e poco dopo si incontra sulla dx il sentiero che scende nel rittano dove passa il rio S. Elena.
Arrivati al fondo (360) si attraversa su pietre la poca acqua che normalmente è presente e si risale dalla parte opposta prima su sentiero e poi su sterrato tenendo sempre la destra in salita ai successivi bivi fino a trovare il bivio a sx con indicazioni per Pavaglione. Si arriva così alla bella chiesa di S.Bovo (595).
Sulla piazza antistante c'è una piccola locanda sempre aperta dove è possibile rifocillarsi. Si torna dietro la chiesa e si segue a sx la stradina asfaltata per poco fino a trovare sulla destra il segnavia che porta sulla nuova dorsale, quasi parallela a quella dell'andata, che si segue per tornare verso il punto di partenza.
Si arriva al Pavaglione, altro storico luogo Fenogliano e si continua a seguire le indicazioni per Neive e Alba fino alla ristrutturata Cascina Langa (660) che si aggira nel noccioleto seguendo i segnavia.
Sempre seguendo i segnavia si scende alla strada asfaltata e la si segue a dx per un circa 500 metri fino a trovare a sx il solito segnavia bianco rosso.
Si segue il sentiero che dopo una breve salita comincia a scendere sul versante opposto.
Al primo bivio, a quota 620 circa, bisogna abbandonare i segnavia e imboccare a dx un evidente stradino che diventa presto uno stretto sentiero e che in breve riporta al punto di partenza arrivando dietro le case di fronte al Pilone Chiarle.

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale