Sant'Anna di Vinadio

atterraggio: prato
difficoltà: dal 3 / al 7c
esposizione area: Varie
quota area (m): 2000
altezza max blocchi (m): 7

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: liukgood
ultima revisione: 04/06/17

località partenza: Sant'Anna di Vinadio (Vinadio , CN )

bibliografia: BOULDERDOC. 37 siti nel cuneese e savonese. Punturo; Ricchebuono; Torielli. Editrice A&C - Mondovì

accesso:
Risalire la valle Stura fino al bivio per il colle della Lombarda; da qui in direzione del santuario di Sant’Anna di Vinadio. Dopo aver parcheggiato nei pressi del masso dell’Apparizione (più in alto del santuario), si prende la mulattiera che sale al lago di Sant’Anna (quella per il passo Tesina), aggirandolo sulla sponda dx idrografica. Da qui si iniziano a vedere alcuni massi già recensiti nella guida Boulderdoc, tra cui molto interessante quello enorme in mezzo al prato, con passaggi davvero degni di nota. L’area “nuova” si trova alle spalle, nella pietraia alla base delle pareti sovrastanti, contare 20-30 minuti dalla macchina.

descrizione itinerario:
L’area in oggetto, già valorizzata sicuramente negli anni 90 almeno nei massi e nelle linee più evidenti, si trova ad una quota superiore ai 2000 m. per cui è ideale nelle stagioni estive o in autunno non troppo avanzato (maggior aderenza ma freddo, tanto!). Oltre ai massi della già citata guida Boulderdoc (consigliatissimi!), si è avviata un’opera di pulizia, risistemazione delle cadute (per quanto possibile, siamo su una pietraia) e segnalazione dei passaggi saliti anche sulla zona al di sopra del pratone (prossimamente con triangoli indicanti la partenza). Il luogo è tranquillissimo (e tale deve rimanere), molto panoramico, la roccia super e i passaggi, oltreché a nostro parere davvero belli, richiedono spesso “testa”, dato che si va ad altezze non proprio da boulder classico. Questo, unitamente al fatto che la base spesso è pietrosa, fa si che 2/3 pad e qualche spotter siano caldamente consigliati (su alcune placche si arriva ai 6/7 metri!).
Inoltre si è scelto di non gradare (salvo che sui massi già recensiti su BD), per cui troverete il passaggio facile, sovente placche alte, e il duro, e l’arrampicata si svolge spesso su muri più o meno strapiombanti su tacche, svase e tante rovesce!
Si segnala la stupenda prua del masso Pilgrimage, il quale consente di arrampicare in stagioni più intermedie e che per ora propone delle linee “aliene” (la più facile “ la domenica delle salme” in piedi ha già il suo perché e percorre tutto lo spigolo di dx) oltreché placche alte; unico inconveniente è l’attraversamento del torrente che può risultare difficile, soprattutto a stagione appena iniziata.

Per info più dettagliate:
http://www.montagnapertutti.it/roccia/boulder/settori/s_anna_vinadio.php