Langa (Collina della) da Mango per il sentiero del moscato

L'itinerario

difficoltà: T   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
dislivello salita totale (m): 600

copertura rete mobile
vodafone : 80% di copertura

contributors: gagnu
ultima revisione: 08/04/16

località partenza: Mango (Mango , CN )

punti appoggio: Camo

cartografia: sentieri dell'unione dei comuni di collina

accesso:
st.29 Trofarello, Poirino, Pralormo,Montà, Canale sp287 Barbaresco, Neive sp51 Mango.
Autostrada To-AT uscita est per Alba uscita Barbaresco.

note tecniche:
Il percorso avrebbe come segnavia un grappolo di uva in vernice gialla.
Il segnavia e', pero', in molti punti quasi scomparso e necessiterebbe di una bella ripassata, noi abbiamo utilizzato una cartina redatta dall'istituto comprensivo Beppe Fenoflio di Neive

descrizione itinerario:
Il percorso ha inizio dalla Piazza XX Settembre di Mango.
Superato il centro sportivo si scende tra le vigne fino a raggiungere il fondovalle e si oltrepassa un piccolo ruscello attraverso il ponte. Proseguendo si raggiunge la provinciale in località sant'Ambrogio.
Raggiunto il crinale si scende dal lato opposto, si attraversa un canneto e si prosegue costeggiando una vigna. A sinistra della vigna si imbocca un sentiero che si percorre fino a raggiungere un noccioleto, seguendo le indicazioni per Camo, attraverso la frazione Riforno. Il percorso prosegue in salita fino a giungere su un cocuzzolo, da dove si gode un panorama stupendo. Si prosegue poi su strada sterrata fino a che questa termina sulla provinciale poco prima della frazione Dornere.
Poiché parte del sentiero per Camo da questa frazione è inagibile causa continue frane, si può optare un più tranquillo percorso per giungere in paese grazie proprio alla provinciale stessa. Arrivati in paese, e ammirato il Museo a Cielo Aperto con le installazioni di arte contemporanea, ci si reimmerge tra le vigne, per scender e costeggiare i calanchi dove scorre il torrente Belbo.
Percorso il fondovalle si risale fino a giungere al santuario della Madonna della Rovere, dove è possibile fare una sosta ristoratrice. Si continua prima su asfalto e poi su inghiaiata fino a che si raggiunge un crinale, dove si prende una ripida sterrata che sale nel bosco. La stradina continua per un tratto in salita e sbuca su un crinale che regala un panorama mozzafiato su tutte le colline circostanti, pettinate dai filari.
Proseguendo in discesa si giunge fino a un torrente e si sale per un tratto fino ad incontrare un bivio nei pressi di località Rata, proseguendo dritto e continuando a salire fino a raggiungere il paese di Mango.