Rouges de Triolet (Monts), punta Nord Scacco alla Torre

difficoltà: 6b+ / 6b obbl
esposizione arrampicata: Sud-Ovest
quota base arrampicata (m): 3000
sviluppo arrampicata (m): 350

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: ncianca
ultima revisione: 06/07/15

punti appoggio: Rifugio Dalmazzi

accesso:
Dal Rifugio Dalmazzi seguire il sentiero a mezza costa fino a guadagnare il ghiacciaio alla sua estrema sinistra orografica. Da lì si vede molto bene la Punta Nord e l'attacco di tutte le sue vie. Attraversare il ghiacciaio puntando direttamente alla base della parete. Scacco alla Torre è la prima via a sinistra di Le Fond de L'Air oltre i muri strapiombanti con striature nere e attacca lungo un diedro molto evidente. Due spit all'attacco di cui uno con cordone bianco. (1 ora e 45 minuti dal rifugio).

note tecniche:
Via molto bella in ambiente strepitoso. Un po' più sostenuta della vicina Le Fond De L'Air, ma forse meno elegante complessivamente.

descrizione itinerario:
L1: 6b, passo subito duro all'inizio, poi più facile per una placca molto lavorata fino alla fine del diedro oltre il quale si trova la sosta.
L2: 6b, verso dx a guadagnare una lama (spit) con un ristabilimento un po' fisico e poi sempre verso dx lungo un vago diedro nero (spit) fino a ristabilirsi su una placca che porta ad una cengia. La sosta si trova lungo la cengia a sinistra.
L3: 6b+, lunga placca poco protetta, ma facile, verso dx per raggiungere una fessura con un passo molto fisico che muore sotto uno strapiombino (possibile integrare, ma attenzione agli attriti). Traversare a destra e affrontare lo strapiombo su grosse prese (spit) e ristabilirsi su un terrazzino dove si trova la S3.
L4: 5, tiro facile di collegamento
L5: 6a+, il tiro più impegnativo mentalmente. Si punta tutto a dx verso l'evidente diedro. Uno spit con cordone segna la via, poi niente. Tanti modi per salire il diedro, non difficile, ma molto faticoso e rude e tutto da proteggere. In uscita si trova uno spit e poco sopra la S5, sotto una larga fessura.
L6: 6b, il tiro più bello della via. Il passo chiave è subito in partenza (due spit), poi scalata fantastica per fessure e roccia perfetta, fino a sbucare su un terrazzino poco sotto la cima della torre staccata.
L7: 3, facile tiro di collegamento, si scende dalla torre e ci si ricongiunge alla punta nord accanto a Le Fond De L'Air.
L8: 6a bel muro da integrare su buone prese. Il tiro muore sotto un tetto che si evita a sinistra facendo attenzione a non toccare troppo un grosso masso appoggiato.
L9: 6a ultimo tiro molto bello per fessure e lame da proteggere che finisce qualche metro sopra e a sinistra dell'ultima sosta di Le Fond De L'Air.

Calate lungo la via (due fuori via molto evidenti). Purtroppo gli incastri non sono così impossibili vista la presenza delle tante fessure e lame lungo la parete.