Sant'Evasio (Cappella di) Anello da Portacomaro, Castiglione, Scurzolengo

sentiero tipo,n°,segnavia: segnavia rosso bianco rosso con sigle varie (CSE, 507, 508, 407)
difficoltà: T   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Tutte
quota partenza (m): 232
quota vetta/quota massima (m): 253
dislivello salita totale (m): 300

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: gibet
ultima revisione: 19/10/14

località partenza: Portacomaro (Portacomaro , AT )

accesso:
Portacomaro, parcheggio del cimitero

note tecniche:
Il Cai di Asti ha recentemente segnato e sistemato il Cammino di Sant'Evasio (CSE) che collega Asti a Casale Monferrato con un percorso di 53 KM in massima parte su sterrate e comodi sentieri.Si tratta di una facile escursione, fra colline e pianure, sulle tracce di Evasio. Secondo le cronache, Sant’Evasio fu il primo vescovo della Diocesi di Asti, che resse dal 325 per circa trent’anni , prima di rifugiarsi a Sedula (Casale M.) di cui fu proclamato successivamente patrono. L'itinerario qui proposto ne percorre il tratto che tocca la cappella di Sant'Evasio. Non presenta difficoltà ma nei fondovalle è possibile trovare delle zone fangose e non ci sono fontane funzionanti sul percorso descritto. Le informazioni storiche e la descrizione relativa al CSE sono tratte dal sito del Cai di Asti.

descrizione itinerario:
Da Portacomaro si segue la poco frequentata strada provinciale che, correndo su un panoramico crinale porta in 3,5 Km a Castiglione, frazione di Asti dove si incontrano i segnavia del CSE. Dalla piazza prendere la direzione Valdipietra-Quarto giunti ad un bivio tenere la sx per Serra Crivelli e Serra Cavagnero; dopo alcuni metri a sx per Serra Crivelli continuare sulla stradina asfaltata fino al suo termine per prendere a sx su sterrato in discesa, entrati nel bosco bivio svoltare a sx e raggiungere il fondovalle, all'incrocio a T svoltare a dx in piano.
Giunti ad un bivio ponticello sul rio svoltare a sx. Raggiunto il bivio per cascina Masuero proseguire diritto. Dopo circa 400 m. la nostra carrareccia piega a sx noi proseguiamo diritto per poi entrare nel fitto bosco la carrareccia si fa più stretta e in salita raggiunge lo spartiacque (loc. Miravalle, 6,5 km) , svoltando a dx per pochi metri, sulla dx per scalinata si raggiunge la chiesetta di Sant'Evasio. (eretta dagli abitanti del luogo in onore del santo che transitava da ASTI verso CASALE M.)
Ritornati indietro sui nostri passi e proseguendo diritto per una decina di metri svoltiamo a dx in discesa a fianco di un muro in cemento, la sterrata fa un paio di curve infossata, dopo sorge il pozzo di Sant'Evasio (a dx tra la vegetazione), si continua nel bosco per raggiungere i campi nel fondovalle, incrocio a T.
Si svolta a sx in piano su sterrato per 100m, poi a dx per giungere alla SP38, svoltare a sx per Scurzolengo, si continua lungo la SP, giunti al bivio per Portacomaro si prosegue diritto, al bivio successivo, a dx Castagnole M. a sx Scurzolengo, si va diritto per Regione valle Moia (strada Pollina). Sulla SP96 su asfalto per 200m, la strada diventa inghiaiato, la si segue in piano per 1 km tra campi, prati e tartufaie, quando la SP piega a sx, al bivio si prosegue diritto (sent. 507) su sterrato in leggera salita, direzione di una casa abbandonata.
Raggiunta la sterrata di cresta (pozzo) si svolta a dx e in breve con lievi saliscendi molto panoramici tra vigneti si arriva ad un'area pic nic (circa 10 km dalla partenza).
Qui, già in vista di Castagnole, si abbandona il CSE e ritornati al fondovalle al bivio precedente sulla SP sterrata si svolta a dx e si avanza in piano per circa 500 metri fino ad un ulteriore bivio dove prendendo a sx uno sterrato erboso in salita con segnavia 507 si arriva a Scurzolengo.
Fatti pochi metri a sx sulla via centrale che attraversa il paese, all'altezza di una cappella si svolta a dx (ancora segnavia 507) e poco dopo si segue la strada in ripida discesa a dx che diventa quasi subito sterrata(nessuna segnalazione) verso la Val Pisapola.
Si ritrovano i segnavia (adesso 508) e si arriva sul fondovalle dove si svolta a sx e si percorre lo stesso fino a incontrare il bivio sulla dx (segnavia 407) che riporta a Portacomaro (in totale circa 18 Km).