Saccarello (Monte), Monte Frontè, Il Redentore da Mendatica per la Via del Sale

difficoltà: MC / MC+ / S1   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 780
quota vetta/quota massima (m): 2200
dislivello salita totale (m): 1917
lunghezza (km): 46

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: baloo
ultima revisione: 06/11/13

località partenza: Mendatica (Mendatica , IM )

punti appoggio: Mendatica-San Bernardo di Mendatica-Monesi di Triora-Montegrosso Pian Latte

accesso:
uscita Ceva, verso Ormea poi Mendatica

note tecniche:
lunga salita su asfalto , poi sterrato poi ottima dorsale facile e ciclabile , discesa su sterrato e sentiero ben pedalabile.Qualche portage o pussage per raggiungere le vette

descrizione itinerario:
Partenza da Mendatica, lunga salita su asfalto ma non dura e in bel bosco.Si raggiunge prima San Bernardo di Mendatica poi Monesi di Triora e si passa sotto gli impianti fino a raggiungere la dorsale in corrispondenza del Tanarello, poi si raggiunge il Saccarello dove la vista è ottima su tutto l'arco alpino da una parte , il Viso e dall'altra il mare.Proseguendo si passa dal rifugio San Remo e sempre per dorsale su ottimo sentiero si raggiunge il Frontè .Lo si aggira e si sale assolutamente in cima da dove la vista è impagabile, si vedono infatti tutte le maggiori cime liguri dal Pizzo d'Evigno alla piana di Albenga al Faudo ed in lontananza nelle giornate limpide la Corsica.(ben visibile) Da qui volendo ci sarebbe una piacevole via di fuga per il sentiero che arriva a piano dei prati e poi a San Bernardo di Mendatica,ed un'altra sarò subito dopo il Colle del Garezzo su sterrata che porta a San Bernardo. Il nostro giro invece scende dal Frontè e gira a destra decisamente su ottima inerbita che ci fa continuare sulla splendida dorsale verso il Colle del Garezzo e poi sempre avanti su strada sterrata in ottima faggeta con alcuni saliscendi poco impegnativi.Si arriva alle case Fascei dove si incontra l'asfalto e poi in corrispondenza di un tornante si piega a sinistra verso il sentiero segnalato per MTB che porta prima alle cascate di Arroscia e poi a Mendatica con un sentiero davvero bello che passa dal un ponte in legno , poi da un ponte romano di ottima fattura e poi approda al nostro punto di partenza .Questo giro si può ridurre sia di chilometraggio che di dislivello partendo da San Bernardo di mendatica e scendendo dal sentiero in corrispondenza del Frontè o del Colle Garezzo . Si può anche fare nell'altro senso fino al Frontè salendo il bel bosco su sterrata partendo da Montegrosso Pian Latte .