Baffelan (Monte) Pilastro Soldà con uscita via Verona

difficoltà: 5a / 4 obbl
esposizione arrampicata: Nord-Est
quota base arrampicata (m): 1500
sviluppo arrampicata (m): 250

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: PEPEDU andar per ande
ultima revisione: 14/05/09

località partenza: Passo di Campogrosso (Recoaro Terme , VI )

punti appoggio: Rifugio

bibliografia: Piccole Dolomiti e Pasubio/CAI-TCI; Arrampicate scelte nelle Piccole Dolomiti e Pasubio/Guido Casaro

accesso:
arrivando da Recoaro Terme si svolta a des. poco prima del Rifugio "Campogrosso" al Passo omonimo e si parcheggia alla sbarra; si prosegue a piedi lungo la strada fino a dove questa, svoltando a des. lascia spazio a un prato proprio sotto la parete.
Da qui scendere nel prato e prendere un marcato sentiero a sin. che risale verso il bordo des. della parete (proseguendo si entra nel Boale del Baffelan),poco dopo si nota sulla sin. una targa in bronzo, risalire lo zoccolo a conca sovrastante fin sotto una placca compatta, traversare a sin. fino ad un ballatoio e risalire il sovrastante canale fin sotto una parete verticale ad anfiteatro, al centro si trova la 1° sosta (30", passi di I e tracce evidenti).

note tecniche:
Una delle più classiche vie delle Piccole Dolomiti, la roccia è molto buona e il percorso ben chiodato, eventualmente portare qualche dado e friends medio per integrare, le soste sono tutte su golfari. La via i fine-settimana è molto frequentata;
i termini des. e sin. sono intesi nel senso di salita e discesa.

descrizione itinerario:
L1: dal chido di sosta si traversa a des. su cengia, si gira lo spigolo e si sale in verticale facilmente verso un' altro spigolo 35m III; uno spuntone e un chiodo.
L2: si sale dritti per 2m, si gira a des. lo spigolo, e si prosegue dritti su una parete leggermente concavafin sotto un evidente tettino 40m IV; 4 chiodi presenti.
L3: salire a des. del tettino per un diedro-camino e quindi prendere una rampa facile ascendente in obliquo a sin. 35m IV poi II; 4 chiodi presenti
L4: salire la sovrastante fessura, non la lama di destra, al chiodo con cordino ( a des. possibilità di sosta facoltativa) si sale la fessura in obliquo a sin. fin sotto una pancetta (2 chiodi) che si supera proseguendo nel diedro sovrastante 50m IV+ poi V-;6 chiodi nel tratto verticale.
L5: si sale dritti per pochi metri, sotto un tettino nero si traversa a des. per imboccare un camino-rampa, quando questo diventa ghiaioso salire sulle placche a des. e proseguire dritti 45m III+; 3 chiodi in posizione strategica.
L6: si sale il camino a sin. della sosta, si prosegue sulla fessura finchè non diventa un canale, saltarci dentro e proseguire per questo ( o a des. su roccie articolate) fino a 2 chiodi vecchi non collegati, salire la pancetta sovrastante e proseguire dritti 55m IV poi III+.5 chiodi totali.

Discesa:
salire il sentierino della cresta, oltrepassare la croce e pochim dopo scendere a des. su roccette di I e II con tracce evidenti fino alla forcella, da qui prendere il sentiero di des. per il Boale del Baffelan e per il M. Cornetto, seguirlo finchè un altro sentiero (evidente) si distacca a des., proseguire per questo e scendere tutto il Boale fino alla briglia con catena, discesa questa a des. si ritorna alla strada (40-50m)