Tiaz Silvio Mantoan

difficoltà: V / 4   [scala difficoltà]
esposizione: Est
quota base cascata (m): 2350
sviluppo cascata (m): 100
dislivello avvicinamento (m): 900

copertura rete mobile
vodafone : 100% di copertura

contributors: Davide Frachey
ultima revisione: 22/01/13

località partenza: Gressoney La Trinité (Gressoney-la-Trinitè , AO )

bibliografia: Matteo Giglio - Effimeri Barbagli - 2014 Tipografia Valdostana

note tecniche:
Vista dal basso può sembrare più facile di quanto in realtà sia. Non sottovalutare ne cascata ne luogo.
Aperta negli anni '90 da Silvio Mantoan, Guida Alpina, fortissimo arrampicatore e grande Uomo, prematuramente scomparso.

descrizione itinerario:
Parcheggio seggiovia Punta Jolanda, attraversare il ponticello in legno e salire il bosco sulla sx dell'aria sci principianti. Al bivio sentiero estivo (cartello giallo) prendere a sx fino all'alpeggio "Bodma", continuare a sx sotto la barra rocciosa fino ad una cascatella, superarla a sx (sentiero estivo con staccionata) e risalire i pendii superiori lasciandosi a dx l'alpeggio di "Shelbete" fin sotto un'altra cascata verticale (15mt).
Da qui attraversare a sx sotto un'altro salto di rocce scendendo leggermente per poi risalire su ampi pendii sotto agli evidenti para-valanghe.
Da qui, a secondo delle condizioni, si rimane molto esposti a possibili scariche di neve o ghiaccio. Risalire il facile ma delicato terreno misto non proteggibile fin contro l'evidentissima ed ampia bastionata di ghiaccio (2-2,5ore). Reperire una sosta a chiodi con cordone, spostandosi in salita verso sx.
Attaccare la cascata direttamente fin contro corto ma evidente lenzuolo di ghiaccio verticale, aggirarlo a sx ed entrare nella "camera" di ghiaccio, S2 cordone, 50mt.
Risalire il lenzuolo a 90, ristabilimento poi su corta candela tecnica e goulotte erbosa, oppure a dx per muretto verticale frangiato. 50mt, S3 in alto tra i sassi (cordoni con maillon).