Chardonnet (Crète du) dal Grand Vallon

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud
quota partenza (m): 1545
quota vetta/quota massima (m): 2785
dislivello totale (m): 1240

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: mountain
ultima revisione: 15/01/12

località partenza: les Conchiers (Le Monêtier-les-Bains , 05 )

cartografia: IGN 1:25000 n°244-240

note tecniche:
Bellissimo itinerario su terreno ideale per lo sci.
Data l'esposizione la prima parte dell'itinerario non conserva a lungo la neve.
Dal punto di scavalco a quota 2.340 si possono individuare tutte le varie mete possibili dell'anfiteatro del Grand Vallon (da destra la quota 2.807 detta de la Benoite, lungo la Crète du Grand Vallon lato destro-ripido; Col du Raisin 2.691 o prima di raggiungerlo salendo i pendii a destra verso il Pic Ombiere 2.832 con uscita ripida; al centro Crète du Chatellard 2.817 con pendio centrale a 35°; dente roccioso 2.769 ed in fondo a sinistra la Crète du Chardonnet 2.786 dove si trova un ripetitore).
Variante di discesa (OS) con buon innevamento e buone condizioni: dalla Cabane du Vallon scendere lungo il corso del Torrent du Chardoussier (tratti incassati) raggiungendo direttamente la statale nei pressi del bivio per Le Casset)

descrizione itinerario:
Accesso stradale: Colle del Monginevro, Briancon, Le Monetier Les Bains; appena superato l'abitato prendere la 1a a destra, entrare a destra nella Route de Saint Joseph, poi a sinistra salire nel Chemin du Puy Chevalier e parcheggiare in una piazzola nei pressi degli ultimi chalet in località Les Conchiers.
Itinerario: Seguire il sentiero che va ad attraversare verso sinistra il Torrent de St. Joseph (passerella), poi verso sinistra supera una scarpata franosa, prosegue lungo un breve ripiano e supera un piccolo avvallamento. Da questo punto salire direttamente sui prati aperti, passare alla Chapelle Ste Anne e continuare nella medesima direzione nord; superare alcuni tratti sostenuti senza percorso obbligato. Dalla quota 2.144 deviare gradualmente a sinistra fino a raggiungere un colletto di scavalco dove passa il Chemin du Roy a quota 2.340 dove è visibile tutto l'anfiteatro del Grand Vallon e si possono individuare tutte le mete possibili della zona.
Dallo scavalco attraversare nel vallone quasi in piano (in discesa non c'è da spingere) passare alla Cabane du Vallon dalla quale seguendo la comba si punta alla selletta appena a destra della vetta (è visibile il ripetitore)che si raggiunge sci ai piedi per la facile cresta est.
Gran panorama sugli Ecrins e i Cerces.